Pubblicato il

I bambini viterbesi incontrano il Papa

I bambini viterbesi incontrano il Papa

«La vita è un dono prezioso». E’ questo il “grido” di Papa Francesco davanti a oltre ottomila bambini lunedi scorso in Vaticano. Da 84 paesi di tutto il mondo, erano presenti anche 600 bambini dalla nostra diocesi giunti nella Capitale con ...

Condividi

«La vita è un dono prezioso». E’ questo il “grido” di Papa Francesco davanti a oltre ottomila bambini lunedi scorso in Vaticano. Da 84 paesi di tutto il mondo, erano presenti anche 600 bambini dalla nostra diocesi giunti nella Capitale con un treno speciale messo a disposizione gratuitamente da Trenitalia.

Alla musica e ai canti si sono alternate le testimonianze di di alcuni artisti fra i quali il famoso cantante Mister Rain che hanno emozionato tutta la platea presente in Aula Nervi. Alle 15 l’arrivo del Papa accolto da canti e tanta gioia ha scatenato la gioia di tutti i ragazzi. Il suo saluto semplice e diretto ha coinvolto tutti in una atmosfera veramente gioiosa. Nella parte finale il papa ha risposto alle domande dei bambini alle quali il Papa ha risposto con schiettezza e simpatia. La giornata a Roma dal Santo Padre con i 600 bambini della nostra Diocesi si è conclusa con la celebrazione eucaristica all’altare della Cattedra nella Basilica di San Pietro.

Un momento intimo e gioioso dove il nostro Vescovo Orazio Francesco ha tenuto ai bambini una breve catechesi sul Credo e sulla professione di fede che trova nella figura di Pietro la massima espressione di amore e passione.

«Dopo aver incontrato Francesco, siamo venuti da Pietro, per ricevere da lui forza e ispirazione», ha commentato il Vescovo salutando i bambini al termine della celebrazione. «Mai avere paura – ha sottolineato il Vescovo – anche quando la chiesa, le nostre comunità e la nostra vita sono messe alla prova, perché con noi c’è sempre il Signore che ci sostiene e ci protegge».

Presenti alla messa anche molti sacerdoti e parroci della diocesi, religiosi e suore con tanti educatori e genitori accompagnatori. Una giornata curata nei minimi particolari da Viterbo giovani servizio diocesano di pastorale giovanile e dai sacerdoti responsabili che ha permesso a tutti di vivere una giornata all’insegna della serenità e della gioia con il Santo Padre e la nostra Chiesa locale.

Al termine della Messa, nel retro della basilica di San Pietro un fuori programma che ha emozionato tutti. Appena terminata la foto ricordo, i bambini si sono accorti del passaggio a piedi del Papa che stava rientrando a Santa Marta e tra applausi e canti lo hanno circondato festosamente. Emozione e grande gioia ha invaso il cuore di tutti soprattutto per i nostri piccoli che hanno potuto toccare e salutare da vicino il Santo Padre.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS