Pubblicato il

Sulla scalinata del Comune tornano le scarpette rosse contro la violenza sulle donne

Sulla scalinata del Comune tornano le scarpette rosse contro la violenza sulle donne

FIUMICINO - Scarpe rosse per non dimenticare e gridare “no” alla violenza sulle donne: l’iniziativa “Zapatos rojos” portata a Fiumicino dall‘associazione Tuttexuna, torna ancora una volta tingere di rosso la scalinata del Comune con la ...

Condividi

FIUMICINO – Scarpe rosse per non dimenticare e gridare “no” alla violenza sulle donne: l’iniziativa “Zapatos rojos” portata a Fiumicino dall‘associazione Tuttexuna, torna ancora una volta tingere di rosso la scalinata del Comune con la sua 4°edizione, il 25 novembre in occasione della Giornata internazionale per l’eliminazione della violenza contro le donne. «Le Scarpette Rosse, nate nel 2009 da un’idea dell‘artista messicana Elina Chauvet come installazione per denunciare gli abusi sulle donne e il femminicidio, sono da allora diventate il simbolo della lotta per i diritti delle donne e contro la violenza di genere – spiega Tuttexuna sulla sua pagina Facebook -. La violenza di genere crea diramazioni molto più ampie di ciò di cui si parla, spezza le famiglie, toglie il futuro ai figli, si porta dietro strascichi di dipendenze e povertà. Nel 2009, diciassette anni dopo la morte di sua sorella Julia, Elina Chauvet realizza il suo lavoro artistico più conosciuto: Zapatos Rojos, scarpe rosse, un’installazione in risposta all’ondata di femminicidi avvenuta a Ciudad Juárez durante gli anni novanta».

L’inziativa delle scarpette rosse ha avuto un grande successo negli anni precedenti e questo è uno dei mtivi che ha spinto Tuttexuna a replicarla anche quest’anno, per dare un segnale forte.

Nella giornata della IV° edizione dell’installazione di Zapatos Rojos patrocinata dal Comune di Fiumicino, l’associazione Tuttexuna Aps, vuole ribadire che “queste scarpe sono e resteranno il simbolo che dobbiamo continuare a portare in ogni dove, perché non spetta a noi purtroppo cambiare le leggi ma spetta a noi essere portatrici sane di messaggi come questo ed esortiamo chiunque ad unirsi a questa commemorazione, una manifestazione silenziosa, di vicinanza alle famiglie delle vittime di femminicidio”.

La manifestazione si terrà nella mattinata in Piazza Generale Carlo Alberto dalla Chiesa/Via Portuense.


Condividi

ULTIME NEWS