Pubblicato il

Gli alunni del plesso Don Papacchini giurati al premio Strega

Gli alunni del plesso Don Papacchini giurati al premio Strega

CIVITAVECCHIA – Gli alunni delle classi VA, VC e VD del plesso Don Papacchini dell'Istituto Ennio Galice giurati del Premio Strega 2023. Gli alunni della Galice sono stati protagonisti di questo importante premio nazionale di letteratura e hanno ...

Condividi

CIVITAVECCHIA – Gli alunni delle classi VA, VC e VD del plesso Don Papacchini dell’Istituto Ennio Galice giurati del Premio Strega 2023. Gli alunni della Galice sono stati protagonisti di questo importante premio nazionale di letteratura e hanno svolto con le loro insegnanti un grandissimo lavoro. L’esperienza è stata altamente formativa e tutti, bambini e insegnanti, sono rimasti molto soddisfatti e felici per questo percorso.

«Noi alunni delle classi VA, VC e VD del plesso Don Papacchini dell’Istituto Comprensivo Ennio Galice di Civitavecchia – scrivono gli alunni di VC – abbiamo partecipato come giuria del Premio Strega categoria Ragazzi 8+ e abbiamo letto i 4 libri finalisti: “L’estate Balena” di Nicola Cinquetti (Ed. Bompiani); “Lilo” di Ines Garland (Edizioni Uovonero); “Fate la pace. San Francesco in piazza Maggiore” (ed. Minerva)”; “Storia di Punto ed Errore” di Anna Taraska (Mondadori Ragazzi). Le maestre ci hanno spiegato che cos’è il Premio Strega e abbiamo capito che è un premio letterario assegnato annualmente all’autore di un libro pubblicato in Italia, tra il 1º marzo dell’anno precedente e il 28 febbraio dell’anno in corso. E’ stato istituito a Roma nel 1947 dalla scrittrice Maria Bellonci e da Guido Alberti, proprietario della casa produttrice del Liquore Strega, che dà il nome al Premio e si ricollega alle storie sulla stregoneria a Benevento (risalenti ai tempi dell’antichità classica). All’interno di questo Premio c’è una categoria riservata ai bambini della nostra età (+). Abbiamo letto che la Fondazione, dedicata alla scrittrice Maria Bellonci e al critico letterario Goffredo, organizza ogni anno il Premio Strega e promuove la letteratura italiana contemporanea, specialmente nelle scuole; la Fondazione Bellonci è stata istituita da Anna Maria Rimoaldi nel 1986. Come nelle altre classi abbiamo fatto tutto il lavoro di lettura, critica, recensione e recitazione. Noi abbiamo avuto anche il compito di realizzare le maschere di tutti i personaggi presenti nel libro L’estate balena”. Il lavoro, come spiegano gli alunni della VD, si è svolto in tre step. “In questi 5 anni di scuola noi di VD abbiamo portato avanti sempre il “Progetto Lettura” e abbiamo divorato molti libri di ogni genere e vinto due premi, ma non avevamo mai vissuto un’esperienza così bella, divertente e completa come quest’anno da giurati al Premio Strega, perchéci siamo sentiti importanti e protagonisti. Per quanto riguarda il lavori svolto da tutte e tre le classi le docenti hanno letto e ci hanno fatto leggere i 4 libri; poi con dei circle time ognuno di noi ha detto la sua sui vari testi letti; a seguire si sono svolti dei circle time per parlare dei 4 libri trovando in ognuno quello che ci piaceva e ciò che non ci piaceva, analizzando l’ambientazione, i protagonisti, gli antagonisti, le trame. Abbiamo espresso poi il parere su inizio, svolgimento e fine di ogni testo. Ciascuno di noi ha realizzato dei fascicoli con le schede di recensione per ogni libro e ci è piaciuto molto essere dei piccoli critici letterari. In ogni classe abbiamo proceduto con la votazione e ognuno di noi ha espresso il suo voto. Sono stati raccolti i voti di tutti i libri e alla fine per noi alunni delle tre quinte del plesso Don Papacchini il libro che ha ottenuto più preferenze è stato “L’estate balena”. Il secondo step di questo lavoro è stata la realizzazione di un cortometraggio con il racconto del libro: abbiamo scritto insieme la sceneggiatura e abbiamo recitato davanti alla telecamera e ci siamo sentiti dei veri attori e registi: c’era pure il “ciak” prima di ogni scena. L’ultimo step è stato quello della creazione di un articolo giornalistico che abbiamo pensato e scritto noi bambini di tutte e tre le classi”. Mentre per la VC e VD é stata la prima volta, gli alunni della VA hanno già partecipato lo scorso anno. “Quest’anno, per la seconda volta, abbiamo partecipato al progetto “Premio Strega ragazze e ragazzi 2023” – scrivono gli alunni di VA – ci siamo immersi nella lettura di quattro libri, ognuno dei quali ci ha trasmesso diverse emozioni. Leggendo il libro di san Francesco abbiamo scoperto la sua vita e il contesto storico in cui viveva; ci ha incantato il suo amore per il prossimo e per la vita semplice che ha scelto di condurre. Con “Punto ed Errore” abbiamo vissuto in modo fantasioso la tristezza di Punto quando perde il suo amico errore. Un’amicizia tra i segni della punteggiatura e le pagine dei quaderni. Ritorniamo nell’atmosfera estiva, calda ed emozionante, con il libro “Estate Balena”. Andiamo in vacanza con il protagonista Carlo alla ricerca di nuove avventure, scoprendo il valore dell’amicizia e dei nuovi sentimenti come la gelosia per la nascita della sorellina. Ci ha colpito “Lilo”, una storia di amicizia e empatia in cui il mondo animale riflette e si interroga sul comportamento degli esseri umani. Ci ha insegnato ad accettare se stessi e ad apprezzare la diversità degli altri. Noi tutti siamo unici e speciali! È stata veramente un’esperienza molto positiva anche perché l’abbiamo condivisa coi compagni delle altre due quinte».


Condividi

ULTIME NEWS