Pubblicato il

Al Petrolini scatta la gara di solidarietà

Al Petrolini scatta la gara di solidarietà

RONCIGLIONE – Il 2 dicembre alle ore 21 si svolgerà, presso il teatro Ettore Petrolini di Ronciglione, lo spettacolo di beneficenza “Il cuore nel cuore”, con lo scopo di raccogliere fondi per aprire una nuova struttura di accoglienza, che si ...

Condividi

RONCIGLIONE – Il 2 dicembre alle ore 21 si svolgerà, presso il teatro Ettore Petrolini di Ronciglione, lo spettacolo di beneficenza “Il cuore nel cuore”, con lo scopo di raccogliere fondi per aprire una nuova struttura di accoglienza, che si chiamerà ”Secondo Cuore” e che ospiterà bambini e adolescenti con malattie gravi e inguaribili, sottoposti a cura palliative presso l’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Palidoro.

«La nostra associazione “Cuore di Mamma” – spiegano i volontari – si è offerta di aiutare l’ospedale pediatrico Bambino Gesù nell’accogliere le famiglie in attesa di visite di controllo e di vacanza per la durata di una settimana a totale carico dell’associazione. Verrà garantito – aggiungono – anche il trasporto presso l’ospedale pediatrico Bambino Gesù di Passoscuro tramite la Croce Rossa di Ronciglione che ringraziamo per il grande aiuto e la disponibilità a servizio della nostra azione.

La prima casa “Primo Cuore” viene aperta nel 2010 con l’aiuto delle ferrovie dello stato che ha ceduto, in comodato d’uso gratuito, l’appartamento utilizzato per il personale viaggiante presso la stazione di Ronciglione che attualmente non è attiva. Nella nostra casa di accoglienza ospitiamo bambini onco-ematologici e i loro genitori, segnalati dall’ospedale pediatrico Bambino Gesù, durante il periodo del doloroso percorso che devono affrontare bambini e genitori».

L’associazione rivolge la propria azione nei confronti di soggetti svantaggiati affetti da obiettivo disagio, connesso a situazioni psico-fisiche particolarmente invalidanti, a situazioni di disagio economico familiare e di emarginazione sociale.

«Il nostro supporto è rivolto a tutti, indipendentemente da condizioni etniche, sociali, religiose, sesso ed età. Ad oggi abbiamo accolto oltre 100 nuclei familiari ed effettuati più di 1.300 viaggi (Ronciglione – Roma) per accompagnare i nostri piccoli a visite di controllo e sottoporsi a cure chemioterapiche», concludono dall’associazione.


Condividi

ULTIME NEWS