Pubblicato il

Tassa di soggiorno, ecco come il Comune di Viterbo intende investirla

Tassa di soggiorno, ecco come il Comune di Viterbo intende investirla

Ben 170mila euro destinati alla candidatura a capitale europea della Cultura e per il 2024 si stima un’entrata di quasi mezzo milione

Condividi

Ben 460mila euro. L’amministrazione Frontini stima di incassare quasi mezzo milione dall’imposta di soggiorno per il 2024.

In questi giorni a Palazzo dei Priori politica e uffici sono al lavoro per elaborare una proiezione sulle entrate e sulle uscite nei vari settori, finalizzata a gettare le basi del bilancio di previsione da approvare entro il 31 dicembre.

La stima relativa ai proventi della tassa di soggiorno si accompagna naturalmente alla programmazione in merito alle scelte sul come impiegare tali risorse.

La delibera con la proposta della giunta, illustrata ieri in seconda commissione e oggi al vaglio del consiglio comunale, ha già fornito una panoramica sugli interventi in materia di turismo che l’esecutivo frontiniano intende finanziare.

Dal sostegno delle strutture ricettive agli interventi di manutenzione, fruizione e recupero dei beni culturali ed ambientali locali e dei relativi servizi pubblici.

La cifra più cospicua – 169mila euro – è destinata ad attività attinenti la candidatura di Viterbo a capitale europea della Cultura.

Entrando nel dettaglio, in ordine di impegno economico, seguono 65mila euro per il noleggio delle casette di Natale e i 62.416 euro come quota capitale mutui per interventi alle infrastrutture turistiche, a cui si abbinano gli oltre 24.500 di interessi passivi sui mutui.

Previsto poi un contributo complessivo per 45mila euro alla fondazione Carivit per il museo della ceramica e iniziative espositive.

16mila euro in campo per la progettazione e la direzione lavori della manifestazione San Pellegrino in fiore.

Poco più di 12mila euro per i cartelloni turistici da posizionare sull’autostrada.

Diversi i contributi, ognuno da diecimila euro, riservati alle associazioni per la valorizzazione della Via Francigena; per le manifestazioni turistiche, che riceveranno altri 10mila euro per i servizi; a sostegno dello sviluppo economico, anche in questo caso previsti ulteriori diecimila euro per i servizi.

Inoltre 8.300 euro per l’assistenza informatica del settore Sviluppo economico.

Infine 7500 euro sono destinati alla convenzione tra Comune e Corteo storico di Santa Rosa.

Oggi l’argomento sarà oggetto di discussione del parlamentino di Palazzo dei Priori, insieme all’approvazione del regolamento per la variazione dell’aliquota dell’addizionale comunale Irpef, alla determinazione delle aliquote Imu e alla delibera relativa all’acquisizione al patrimonio indisponibile del Comune del palazzetto di piazza Dante, confiscato alla criminalità organizzata.


Condividi

ULTIME NEWS