Pubblicato il

Incendio all’ospedale di Tivoli, tre vittime. La Procura apre un’inchiesta

Incendio all’ospedale di Tivoli, tre vittime. La Procura apre un’inchiesta

TIVOLI (ROMA) (ITALPRESS) – Le fiamme si sarebbero propagate attorno alle 22,30 di ieri da un’area destinata ai rifiuti dell’ospedale Giovanni Evangelista di Tivoli, provocando un incendio e soprattutto un fumo, che in pochi minuti ...

Condividi

TIVOLI (ROMA) (ITALPRESS) – Le fiamme si sarebbero propagate attorno alle 22,30 di ieri da un’area destinata ai rifiuti dell’ospedale Giovanni Evangelista di Tivoli, provocando un incendio e soprattutto un fumo, che in pochi minuti ha invaso tutta la struttura e portato alla morte di tre pazienti e all’evacuazione di circa 200 persone. Le vittime, due donne e un uomo, sono tutte ultraottantenni. La Procura di Tivoli ha immediatamente disposto il sequestro di una parte del nosocomio (piazzale adiacente alla struttura e di parte del pronto soccorso. Il resto dell’ospedale non è sotto sequestro ma al momento non è agibile) e aperto un’inchiesta per omicidio colposo plurimo e incendio colposo, disponendo l’autopsia sui corpi delle vittime. “Abbiamo aperto un fascicolo con le ipotesi di reato di omicidio colposo plurimo e incendio colposo. Durante il sopralluogo, abbiamo acquisito dei video delle telecamere di videosorveglianza interne alla struttura ospedaliera. Alcune parti dell’ospedale sono state sequestrate e le altre dichiarate inagibili. Escludiamo la matrice dolosa. Le indagini sono delegate alla polizia di Stato e al comando provinciale dei vigili del fuoco”. Così il procuratore capo di Tivoli, Francesco Menditto. “Ci vorranno giorni per avere risposte, polizia scientifica e vigili del fuoco stanno facendo i rilievi – ha detto il presidente della Regione Lazio Francesco Rocca, subito dopo un sopralluogo -. L’area è sotto sequestro e il pm vuole capire la natura, come è stato possibile l’incendio. La sicurezza negli ospedali per noi è una priorità, non a caso abbiamo messo risorse, centinaia di milioni, per l’antincendio e l’antisismica. Continuiamo a lavorare, tanti ospedali nel Lazio hanno problemi antincendio”. Subito dopo il governatore è arrivato a Tivoli anche il ministro della Salute, Orazio Schillaci, che ha detto: “Lo spaventoso incendio divampato all’ospedale di Tivoli è una tragedia terribile. Ai familiari dei quattro anziani che hanno perso la vita rivolgo il mio sincero cordoglio e la mia vicinanza. Sono in costante contatto con il presidente Rocca, il quale mi ha assicurato che tutti i pazienti sono stati messi in sicurezza e siamo pronti a dare il supporto necessario. Ringrazio tutti gli operatori coinvolti nelle attività di soccorso, i medici e gli infermieri che stanno garantendo assistenza e le strutture sanitarie che si sono attivate per accogliere i pazienti trasferiti da Tivoli. Auspichiamo che le indagini chiariscano al più presto le cause che hanno portato al rogo”. I pazienti evacuati sono stati dapprima trasportati in una palestra attigua all’ospedale e poi distribuiti nei presidi ospedalieri di Colleferro, Palestrina, Monterotondo e Subiaco. Cordoglio e vicinanza alle famiglie delle vittime è giunto via social dal Presidente del Consiglio, Giorgia Meloni, che ha scritto: “Il più sentito cordoglio ai famigliari delle vittime dell’incendio che si è sviluppato nell’ospedale San Giovanni Evangelista di Tivoli e la vicinanza a tutte le persone colpite”.

Foto: Agenzia Fotogramma


Condividi

ULTIME NEWS