Pubblicato il

«Si metta in sicurezza viale Manzoni»

«Si metta in sicurezza viale Manzoni»

Ramazzotti: «Da tempo segnalo le corse ma nessuno interviene. Speriamo che non avvengano fatti più gravi»

Condividi

CERVETERI – Un capolinea a bordo strada che ormai da mesi è sotto i riflettori, per i disagi causati agli utenti; e un’arteria stradale ad alto scorrimento, dove i veicoli in transito spesso non rispettano i limiti di velocità rischiando di mettere in pericolo la sicurezza dei pedoni e degli altri automobilisti. Ancora alta l’attenzione su viale Manzoni.
«Questa notte un … a folle velocità ha preso la macchina di mia moglie, correttammente parcheggiata fuori casa adiacente il marciapiede», scrive il consigliere d’opposizione Lamberto Ramazzotti. «Da tempo segnalo le corse su viale Manzoni ma nessuno interviene. Speriamo che non avvengano fatti più gravi. Questa è la situazione della città abbandonata».
Un punto, quello della sicurezza stradale di questa arteria finito anche in varie occasioni in aula consiliare grazie alle mozioni presentate proprio dall’opposizione. Ma ad oggi di provvedimenti non ne sarebbero arrivati.
«Come opposizione sotto il secondo mandato di Pascucci abbiamo ottenuto l’approvazione della mozione per realizzare i sovrappassi pedonali rialzati», scrive l’esponente della Lega, Roberto Menasci che chiama in causa l’assessore ai Lavori pubblici, Matteo Luchetti: «Gentilmente ci spiega il cronoprogramma per realizzarli?».
Una situazione, quella relativa alla mancata sicurezza stradale che però riguarderebbe anche altre strade del territorio etrusco. Tra queste la Settevene Palo, via Piave e anche via Fontana Morella. «È un continuo stridere di freni e di incidenti evitati per puro caso», scriveva qualche tempo fa la signora Lucia.
La richiesta all’amministrazione comunale è sempre la stessa: mettere in campo tutte le azioni possibili per “costringere” gli automobilisti a rispettare i limiti di velocità.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS