Pubblicato il

Pedemontana Lombarda, da WeBuild una smart road

Pedemontana Lombarda, da WeBuild una smart road

MILANO (ITALPRESS) – Una vera e propria smart road, green e in grado di offrire soluzioni innovative in fase di realizzazione, come nella gestione futura dell’opera, puntando a decongestionare il traffico sulla Tangenziale di Milano e ad ...

Condividi

MILANO (ITALPRESS) – Una vera e propria smart road, green e in grado di offrire soluzioni innovative in fase di realizzazione, come nella gestione futura dell’opera, puntando a decongestionare il traffico sulla Tangenziale di Milano e ad una riqualificazione generale del territorio. E’ l’Autostrada Pedemontana Lombarda, di cui il Gruppo Webuild realizzerà le tratte B2 e C, progetto presentato a Meda, in provincia di Milano, con la partecipazione di Matteo Salvini, vicepresidente del Consiglio e ministro delle Infrastrutture e dei Trasporti, di Attilio Fontana, presidente Regione Lombardia, di Alessandro Morelli, sottosegretario alla Presidenza del Consiglio con delega al CIPESS, di Gianantonio Arnoldi, amministratore delegato di CAL, di Luigi Roth, presidente Autostrada Pedemontana Lombarda, e di Pietro Salini, amministratore delegato di Webuild.
“Un’autostrada è innovazione, sostenibilità e connettività, e rappresenta un fattore di sviluppo per l’economia del territorio. Ci stiamo impegnando – ha affermato Roth – per realizzare le nuove tratte nel rispetto del territorio e per ridurre al minimo gli impatti, attraverso un dialogo costante con le istituzioni. L’Autostrada Pedemontana Lombarda, progetto pubblico per il pubblico, ha caratteristiche uniche, prima tra tutte quella di essere quasi completamente interrata: in galleria e in trincea. E noi sappiamo che realizzarla è una grande responsabilità”.
“Dobbiamo ripensare il sistema delle infrastrutture immaginando le esigenze di domani del nostro Paese – ha dichiarato Salini -. Dobbiamo progettare e costruire le infrastrutture che serviranno nei prossimi 30 anni. Solo così il nostro Paese e la nostra industria potranno essere davvero competitivi. Serve pianificazione e progettazione sulla base degli obiettivi che ogni paese vuole perseguire. L’innovazione dei sistemi di trasporto urbani ed extra-urbani guida un nuovo modo di concepire e progettare le infrastrutture di trasporto. La Pedemontana Lombarda rientra in questa tipologia di opere. Tratte come la B2 e C rappresentano un nuovo modo di vedere le strade del futuro come vere e proprie smart road per smart cities. Pedemontana Lombarda è una opera nata pensando ai cittadini, creando una nuova modalità di interazione con i territori e con la natura, una Green Infrastructure che sarà modello per altre opere. Abbiamo costruito nel mondo 82.500 km di strade e autostrade. Ogni progetto ha rappresentato un progetto unico con cui abbiamo imparato tutto ciò che di più innovativo abbiamo proposto in questo territorio”.
A realizzare il progetto è il consorzio guidato da Webuild, in quota al 70%, con Impresa Pizzarotti al 30%. Le Tratte B2 e C saranno completate entro il 2026 e prevedono un investimento complessivo di circa 1,26 miliardi di euro. La commessa raggiungerà un picco di 1.500 persone.
Nel complesso, il progetto prevede la progettazione esecutiva e la costruzione di circa 26 chilometri di autostrada, con l’obiettivo di riorganizzare i collegamenti stradali nel quadrante Varese-Como-BergamoMilano. La Tratta B2, lunga circa 10 chilometri, si collega alla già esistente Tratta B1, snodandosi tra Lentate sul Seveso e Cesano Maderno. La Tratta C si estende per oltre 16 chilometri e congiunge Cesano Maderno e Usmate-Velate. Entrambi i tracciati includono trincee, rilevati, gallerie e viadotti, garantendo una connettività stradale efficiente e moderna.
Nel Nord Italia, il Gruppo Webuild è all’opera per la realizzazione di numerosi progetti strategici per lo sviluppo delle reti transeuropee TEN-T, dal progetto Unico Terzo Valido dei Giovi-Nodo di Genova, linea ferroviaria ad alta velocità AV tra Genova e Milano, alla linea AV Verona-Padova, ai numerosi lotti parte del progetto della Galleria di Base del Brennero, sull’asse strategico Monaco-Verona. A questi, si aggiungono i lavori per la linea ferroviaria ad alta capacità Fortezza-Ponte Gardena e la Circonvallazione di Trento, per l’allaccio della linea rispettivamente a Fortezza e Trento.

– Foto ufficio stampa Webuild –

(ITALPRESS).


Condividi

ULTIME NEWS