Pubblicato il

Cavour, consegnati i diplomi ai tenenti di vascello

Cavour, consegnati i diplomi ai tenenti di vascello

CIVITAVECCHIA – Venerdì 15 dicembre a bordo della portaerei Cavour, ormeggiata al porto di Civitavecchia, si è formalmente conclusa la 300^ Sessione di Scuola Comando Navale con la consegna dei diplomi ai tenenti di vascello frequentatori, alla ...

Condividi

CIVITAVECCHIA – Venerdì 15 dicembre a bordo della portaerei Cavour, ormeggiata al porto di Civitavecchia, si è formalmente conclusa la 300^ Sessione di Scuola Comando Navale con la consegna dei diplomi ai tenenti di vascello frequentatori, alla presenza del Capo di stato maggiore della Marina Militare, l’ammiraglio di squadra Enrico Credendino e del Comandante in capo della Squadra Navale, l’ammiraglio di squadra Aurelio De Carolis.

La Scuola Comando è un’istituzione unica nel suo genere nel panorama delle Marine Militari mondiali e, dal 1926, ha il compito di formare gli ufficiali di vascello della Marina ad assumere il primo comando navale: apice del percorso formativo iniziato con l’ingresso da allievi in Accademia Navale.

«Vorrei ringraziarvi tutti per essere qui, in quello che è la prima “reunion” di generazioni di ufficiali, tutti accomunati dall’aver frequentato la scuola comando navale, istituzione unica che non si limita a insegnare la manovra sulle unità navali, ma contribuisce a formare i comandanti della Marina Militare» ha detto l’ammiraglio De Carolis in apertura di cerimonia, evidenziando e valorizzando il valore e l’importanza della Scuola Comando.

Ormeggiate nel porto di Civitavecchia anche due delle navi sulle quali i frequentatori hanno svolto il tirocinio di Comando, i pattugliatori Spica e Sirio.

«L’augurio migliore per ciascun frequentatore è quello di godersi appieno il proprio comando, che è l’essenza per la quale ognuno di noi ha attraversato il cancello di San Jacopo entrando in Accademia Navale per diventare Comandante di Unità della Marina Militare. Ci auguriamo di avervi trasmesso le nostre emozioni nel raggiungere l’importante traguardo della 300^ sessione e al tempo stesso la forza del nostro impegno nel mantenere la scuola comando navale al centro della formazione di ogni ufficiale di Marina», così il Contrammiraglio Tarabotto, a capo della Quarta Divisione Navale e direttore della Scuola Comando sita ad Augusta.

Presenti in platea numerosissimi ospiti, dai Capi di Stato Maggiore emeriti della Difesa e della Marina, agli ex Comandanti in Capo e direttori della Scuola Comando, in aggiunta a personale in servizio e non, tutti accomunati dall’aver svolto una delle 300 sessioni della SCN. Particolarmente emozionanti i ricordi degli ammiragli Binelli Mantelli, Biraghi, Mariani e Girardelli che hanno voluto dare consigli ai neo-brevettati per il loro futuro al termine di questa sessione di SCN, pietra miliare per la carriera degli ufficiali di Marina.

«La Marina investe molto nella scuola comando, stiamo prevedendo di rinnovare le navi che sono dedicate a questo così come quelle che daremo all’Accademia navale per iniziare sin dall’Accademia con le basi della manovra e di tutto quello che serve per diventare comandanti» ha detto il Capo di Stato Maggiore della Marina nel suo intervento al termine della cerimonia, dopo aver consegnato i diplomi ai frequentatori della 300^ sessione.


Condividi

ULTIME NEWS