Pubblicato il

«Riconosciuta la bontà e la trasparenza dell’atto»

«Riconosciuta la bontà e la trasparenza dell’atto»

CERVETERI - «Constatare che la delibera abbia accolto una votazione unanime non può che renderci estremamente soddisfatti. Evidentemente si è riconosciuta la bontà e la trasparenza dell'atto, il bisogno di voltare pagina e l'attenzione alle ...

Condividi

CERVETERI – «Constatare che la delibera abbia accolto una votazione unanime non può che renderci estremamente soddisfatti. Evidentemente si è riconosciuta la bontà e la trasparenza dell’atto, il bisogno di voltare pagina e l’attenzione alle istanze dei cittadini». A esserne convinto è il consigliere di Azione, Federico Salamone. Oggetto: la delibera sui condoni a Campo di Mare. «Mettiamo gli interessati nelle condizioni di poter accedere alla conclusione della sanatoria seppur parliamo di somme considerevoli ma che sono necessarie e legittime – ha detto – In questo senso, mi preme ricordare i sacrifici fatti dagli acquirenti in buona fede e il relativo peso che tale situazione ha avuto nella loro quotidianità per oltre 50 anni. È in ragione di questi sacrifici che inevitabilmente si dovrà prestare massima attenzione agli oneri che entreranno dalla sanatoria. Queste somme occorrono allo sviluppo del comprensorio come la legge impone. Su questo la mia attenzione sarà massima e, ne sono certo, lo sarà anche per la maggioranza».
«La delibera approvata giovedì scorso in consiglio comunale è un tassello importantissimo nel percorso di riqualificazione della frazione balneare di Cerveteri che rappresenta inequivocabilmente il volano della nostra economia turistica», hanno aggiunto dal partito democratico etrusco. «Quella di Campo di Mare è una storia iniziata nel 1960 e che finalmente per arrivare a conclusione. Nella risoluzione della problematica è stato fondamentale l’intervento dell’Amministrazione Pascucci con il lavoro di ricognizione della vicenda che nel corso degli anni ha determinato l’iter tecnico-amministrativo e giudiziale del comprensorio Campo di Mare assunto con la delibera n.47 del 16/11/2015 che ha consentito di giungere all’acquisizione delle aree e ci ha condotto alla redazione della variante speciale. Per questo vorremmo ringraziare anche tutti quegli attori che in passato hanno dato un contributo importantissimo a risolvere positivamente questa storia. Ovviamente un grande plauso va all’amministrazione Gubetti che con questo atto consentirà ai cittadini che possiedono un immobile nella nostra frazione marina di ritrovare la giusta serenità. Dopo essersi sentiti ostaggi per decenni, finalmente – hanno proseguito i dem – i cittadini di Campo di Mare potranno tornare in piena proprietà del proprio immobile».
E un plauso al documento approdato e approvato in consiglio comunale, che arriva anche dagli esponenti di opposizione di Fratelli d’Italia: «L’atto approvato è destinato a mettere finalmente fine al contenzioso delle oltre ottanta concessioni edilizie rilasciate e successivamente revocate, tra ente pubblico, proprietari di abitazioni private e locali commercianli che non hanno mai potuto alzare la serranda». E da FdI ora aspettano l’ok della Regione alla variante speciale per Campo di Mare. Solo in quell’occasione, infatti, «l’iter si potrà definire concluso». Motivo per il quale l’auspicio è che il via libera da parte della Pisana possa avvenire «in tempi rapidi (ci attiveremo al riguardo attraverso il nostro gruppo regionale».
«Sarà – hanno concluso – un importante volano di crescita per la frazione marina del comune di Cerveteri in termini economici, di posti di lavoro e di immagine per l’intero comprensorio».

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS