Pubblicato il

Ottantasei neo marescialli gridano: «Lo Giuro!»

Ottantasei neo marescialli gridano: «Lo Giuro!»

Martedì scorso, presso la Scuola Marescialli dell’Aeronautica militare/Comando Aeroporto Viterbo, si è tenuta la cerimonia di Giuramento in forma individuale dei frequentatori del 24° Corso Normale. Al cospetto della Bandiera d’Istituto e ...

Condividi

Martedì scorso, presso la Scuola Marescialli dell’Aeronautica militare/Comando Aeroporto Viterbo, si è tenuta la cerimonia di Giuramento in forma individuale dei frequentatori del 24° Corso Normale.

Al cospetto della Bandiera d’Istituto e del Comandante della Scuola Marescialli A.M. e dell’Aeroporto Viterbo, il colonnello pilota Gianluca Spina, 86 neo marescialli, nel corso di una solenne cerimonia, hanno confermato il loro impegno di fedeltà alla Patria, rinnovando, in forma individuale, il giuramento.

Il giuramento individuale ha rappresentato l’ultimo impegno presso la Scuola Marescialli A.M. dei frequentatori del corso Elios,II che il giorno successivo sono stati trasferiti ai Reparti d’impiego ove, oltre allo svolgimento delle normali attività lavorative, saranno chiamati a completare il ciclo di studi finalizzato al conseguimento del titolo di laurea.

A margine della cerimonia, il colonnello Spina si è congratulato con i protagonisti della giornata evidenziando il valore di questo atto con il quale i giurandi hanno ribadito il loro vincolo solenne nei confronti della Patria e delle libere istituzioni; un atto di fedeltà che li impegna, con disciplina ed onore, ad adempiere tutti i doveri insiti nel nuovo status di Maresciallo, appena acquisito.

La Scuola Marescialli dell’Aeronautica Militare/Comando Aeroporto di Viterbo è posta alle dipendenze del Comando delle Scuole dell’A.M. e della 3^ Regione Aerea di Bari; il Reparto ricopre una duplice missione: da una parte, quale istituto a carattere universitario, ha il compito di provvedere alla formazione militare e morale e all’istruzione professionale specifica dei Sottufficiali del Ruolo Marescialli, nonché al perfezionamento e all’aggiornamento di tale formazione; dall’altra, quale aeroporto militare aperto al traffico civile, fornisce il supporto tecnico-operativo, i servizi alla navigazione aerea e l’attività di force-protection sull’aeroporto Tommaso Fabbri.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS