Pubblicato il

Sale operatorie, Petrelli ‘’interroga’’ Matranga

Sale operatorie, Petrelli ‘’interroga’’ Matranga

CIVITAVECCHIA – Il consigliere civico Vittorio Petrelli, facendosi portavoce di alcuni cittadini, ha inviato una lettera al direttore generale della Asl Rm4 Cristina Matranga segnalando ritardi legati alle sale operatorie. Cittadini in attesa, ...

Condividi

CIVITAVECCHIA – Il consigliere civico Vittorio Petrelli, facendosi portavoce di alcuni cittadini, ha inviato una lettera al direttore generale della Asl Rm4 Cristina Matranga segnalando ritardi legati alle sale operatorie. Cittadini in attesa, anche da circa un anno, di essere sottoposti a interventi chirurgici di vario genere presso l’ospedale San Paolo e spesso sottoposti già da qualche mese a visite e accertamenti pre-intervento «ma lasciati senza informazioni precise sui tempi delle prestazioni, fatto ancora più preoccupante – ha spiegato – se interessa persone in età avanzata costrette a ricorrere al continuo sostegno delle famiglie. Appare purtroppo comprensibile in questo infelice contesto come il trascorrere del tempo possa aggravare qualsiasi problema di salute, anche inizialmente non grave, ponendo interrogativi seri sull’efficienza del sistema sanitario pubblico tanto da convincere alcuni pazienti a valutare l’opportunità di rivolgersi a strutture private od in alcuni casi a migrare nell’ospedale Padre Pio di Bracciano. Non conosciamo esattamente la natura dei ritardi che sembrerebbero imputabili alla indisponibilità di sale operatorie sufficienti – ha aggiunto Petrelli – ma, anche ammesso che si tratti dell’unico motivo dei ritardi attuali, il dato non consola chi è in attesa da mesi. Abbiamo letto, agli inizi di novembre, che addirittura entro un mese sarebbe stato ultimato il Blocco operatorio permettendo di “accelerare i ritmi in sala operatoria”. Il mese è trascorso sembrerebbe senza un esito positivo così percepisce l’utenza appare quindi opportuno che l’utenza – ha concluso – venga messa a conoscenza degli sviluppi di tale situazione e su come stia agendo per soddisfare le esigenze dei pazienti».


Condividi

ULTIME NEWS