Pubblicato il

«Turismo: il 2024 per Civitavecchia sarà l’anno della svolta»

«Turismo: il 2024 per Civitavecchia sarà l’anno della svolta»

L’assessore Galizia traccia la strada: il Comune parteciperà ai saloni di Firenze, Miami e Roma. Disposta la realizzazione di un video promozionale sulle più belle location. Traiano e Cittadella saranno aperti anche di giorno. E ...

Condividi

CIVITAVECCHIA – Se i tre milioni di passeggeri crocieristi del 2023 fanno segnare a Civitavecchia un record, il Comune è convinto che si possa e si debba fare di più per essere all’altezza di questo risultato e per raccogliere le sfide future, garantendo un’accoglienza che sia sempre migliore. «Qualcosa abbiamo già fatto, ma ancora tanto dobbiamo mettere in campo – ha spiegato l’assessore al Turismo Simona Galizia – e i mesi di gennaio e febbraio saranno fondamentali, in questo senso, per mettere a terra i progetti e farli concretizzare a marzo, con la ripresa piena della stagione. Mesi importanti, sperando poi di poter portare avanti anche in futuro, sempre noi, questi progetti, convinti dell’enorme potenzialità della nostra città e del nostro territorio». Con l’ultima delibera approvata in giunta qualche giorno fa, ad esempio, il Comune ha deciso di partecipare a tre saloni turistici selezionati nella prima parte dell’anno 2024: “TourismA 2024” di Archeologia e Turismo Culturale che si terrà al palazzo dei congressi a Firenze dal 23 al 25 febbraio 2024 per la promozione del proprio territorio, il “SeaTrade Cruise Global 2024” a Miami, che si svolgerà tra l’8 e l’11 aprile 2024, salone con importanti ricadute turistiche ed economiche sulla programmazione di tutte le crociere in arrivo a Civitavecchia e “Fareturismo 2024” di Roma, salone più incentrato sulla professionalità e le competenze legate al turismo e l’accoglienza turistica sicuramente da migliorare. «Lo scorso anno abbiamo scelto, ad esempio, di non partecipare al Seatrade di Miami – ha spiegato Galizia – perché avevamo tra le mani una sorta di scatola vuota che oggi però stiamo riempiendo per arrivare lì con una ricca offerta. A gennaio partiamo quindi con il brand “I Love Civitavecchia”, poi stiamo lavorando per tenere aperti Teatro Traiano e Cittadella della Musica di giorno, per visite da parte di turisti e crocieristi. Grazie al collega Magliani sono previste migliorie importanti all’arredo urbano. Insomma, la delibera approvata in giunta va a chiudere un lavoro svolto in questi mesi per migliorare la nostra accoglienza turistica». Nel frattempo il Pincio ha dato mandato ad una società di realizzare un video promozionale completo, anche utilizzando immagini girate con i droni, per promuovere le migliori location di Civitavecchia sul proprio sito turistico e durante questi importanti saloni e fiere del Turismo. Ma non basta. Spazio quindi ad un sito internet rinnovato e completo di ogni informazione, una App da poter scaricare sugli smartphone e roll up da portare nelle varie fiere e da mettere nei punti turistici informativi, quelli giàù esistenti e quelli nuovi a largo della Pace. «Nessuno potrà più dire che non sa cosa c’è a Civitavecchia – ha aggiunto l’assessore – cercheremo di pubblicizzare le nostre ricchezze in ogni modo».

Inoltre, insieme ad Elena De Paolis, presidente del Tavolo Tecnico per l’agibilità, «stiamo studiando anche un minitour accessibile per disabili – ha aggiunto Galizia – abbiamo effettuato un sopralluogo, con la collaborazione anche di Cristiano Avolio di Confcommercio, e ci siamo resi conti delle troppe barriere architettoniche ancora presenti: pensiamo, sperando di reperire i fondi necessari anche in Regione, ad un percorso che sia accessibile e più agevole». Infine c’è la parte religiosa, con il “Cammino di Hasekura” a cui il Comune sta lavorando, presentato nei giorni scorsi anche all’ambasciata giapponese «che l’ha accolto con entusiasmo – ha concluso Galizia – mettendo a disposizione i suoi uffici per la riunione che intendiamo organizzare a gennaio con i comuni coinvolti nei 107 km di cammino. Un pacchetto che porteremo anche all’attenzione della commissione per il Giubileo. Il 2024 sarà l’anno della svolta sul fronte turistico».

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS