Pubblicato il

Ex Italcementi: l’area trasferita al Comune di Civitavecchia

Ex Italcementi: l’area trasferita al Comune di Civitavecchia

CIVITAVECCHIA – Giornata storica per Civitavecchia: oggi Italcementi, attraverso Real Estate, ha trasferito al Comune l’area dell’ex stabilimento, nell’ambito dell’accordo procedimentale firmato a suo tempo alla presenza del ministro ...

Condividi

CIVITAVECCHIA – Giornata storica per Civitavecchia: oggi Italcementi, attraverso Real Estate, ha trasferito al Comune l’area dell’ex stabilimento, nell’ambito dell’accordo procedimentale firmato a suo tempo alla presenza del ministro Salvini.

Con l’acquisizione dell’ex Italcementi verrà finalmente risolto l’annoso problema della città divisa da un “buco” di diciassette ettari. «Dopo decenni – come spiegato dal Pincio – finalmente avremo una nuova centralità urbana nell’area totalmente riqualificata, che migliorerà lo stesso skyline di Civitavecchia. Un’enorme spazio fatiscente che grazie alle firme di oggi si preannuncia come luogo di rinascita e modernizzazione».

«Quello che sembrava solo un capitolo del libro dei sogni è diventato realtà – ha dichiarato il sindaco Tedesco a fine giornata – dopo la firma di oggi siamo entrati in possesso delle chiavi dello stabilimento: l’area ex Italcementi è finalmente del Comune. E sia chiaro: nessuna speculazione edilizia è in vista. Su quei diciassette ettari, ormai al centro della città, realizzeremo edifici pubblici, un grande parco urbano attrezzato e il nuovo Comune con tutti i servizi, oltre alla parte finale dell’asse viario che dallo svincolo autostradale di Civitavecchia Nord si connetterà direttamente al porto. L’operazione trasferimento, per quanto complessa, è stata portata a termine in pochi mesi dalla storica firma sull’accordo procedimentale alla presenza del ministro Salvini. Ottimo lavoro dei nostri uffici, dell’assessore Francesco Serpa e dei nostri dirigenti – ha concluso il primo cittadino – che hanno lavorato per mesi con l’advisor e con Italcementi e la sua Real Estate per arrivare alla stesura dell’atto».


Condividi

ULTIME NEWS