Pubblicato il

Judo, Falcone “Oscar a Scutto e Bellandi, a Parigi per confermarci”

Judo, Falcone “Oscar a Scutto e Bellandi, a Parigi per confermarci”

"Il 2023 e' stato bello, ricco di soddisfazioni e risultati".

Condividi

ROMA (ITALPRESS) – Un’annata di soddisfazioni e risultati per la Federazione Italiana Judo Lotta Karate Arti Marziali. “A chi darei gli Oscar 2023? Sono in difficoltà – afferma il presidente della Fijlkam, Domenico Falcone in un’intervista all’Italpress-, ma lo assegno ad Assunta Scutto che è la nostra atleta di punta del judo e la prima del ranking mondiale e olimpico. E poi Alice Bellandi che è seconda. Queste due ragazze se lo meritano per i risultati eccellenti che non abbiamo mai avuto nel judo femminile”. Positivo quindi il bilancio dell’annata che sta per chiudersi: “Il 2023 è stato bello, ricco di soddisfazioni e risultati – spiega -, Novantuno medaglie complessive, con 23 ori, 26 argenti e 42 bronzi, nelle competizioni ufficiali di tutte le classi. Mi piace sottolineare che otto di queste medaglie sono dei ragazzi del para-karate che hanno arricchito il nostro mondo”. Non solo risultati agonistici: “Sono molto soddisfatto degli altri settori, soprattutto quello dell’organizzazione delle gare, visto che abbiamo elevato l’aspetto organizzativo, dando un grande servizio agli atleti e alle società sportive. Sono felicissimo dell’attività di inclusione, con una rete sul territorio. Le arti marziali sono molto efficaci per i ragazzi che sono affetti da disabilità. Abbiamo avuto un grande successo e stiamo portando benessere a questi ragazzi e alle loro famiglie. Anche nel mondo della formazione abbiamo fatto bene e sono contento. Inoltre abbiamo modificato recentemente lo statuto della federazione per proiettarci nel futuro, ammodernando le strutture e dando più autonomia ai nostri settori”. Il focus ora è rivolto ai Giochi di Parigi 2024: “Le proiezioni ci danno quattro medaglie, questo ci lascia ben sperare. Speriamo intanto che i ragazzi riescano ad arrivare alle Olimpiadi in ottime condizioni fisiche. Penso a quelle quattro medaglie, se non ad una quinta, soprattutto se Frank Chamizo nella lotta riesce a recuperare quello stato di forma che lo ha reso un fuoriclasse assoluto”.
– foto Italpress –
(ITALPRESS).


Condividi

ULTIME NEWS