Pubblicato il

La Bianca: rivivono le tradizioni

La Bianca: rivivono le tradizioni

Il 28 dicembre al via la seconda edizione del biscottino d'oro che decreterà il miglior tozzetto di Natale

Condividi

TOLFA – A La Bianca un’intera frazione a lavoro per dar vita a Natale e a Santo Stefano al “tradizionale” e ad un meraviglioso Presepe Vivente. Per non parlare, poi, degli altri eventi. Nella frazione del comune di Allumiere quello che precede il Natale è un periodo frenetico e ricco, come ogni anno, di eventi che rimangono fortemente legati alla tradizione e alla spiritualità. Da giorni numerose donne di La Bianca, di Civitavecchia e di Allumiere sono alle prese con l’uncinetto per dare forma ad un bellissimo presepe costruito con mattonelle di lana fatte a mano. Il risultato finale sarà esposto nella parrocchia della frazione Nostra Signora di Lourdes insieme ai presepi della oramai tradizionale mostra che si tiene da qualche anno. Confermata anche la splendida manifestazione del Presepe Vivente che quest’anno ritorna nei luoghi dove veniva fatto più di trent’anni fa: vicino la chiesa, nel piazzale intitolato a don Egidio Smacchia (parroco per molti anni della parrocchia Nostra Signora di Lourdes) che ha trasmesso all’intera comunità l’amore per la tradizione del presepe. L’appuntamento sarà per il 25 e 26 dicembre dalle 17 alle 19. Numerosi ed eccezionali i volontari che sono legati a questa tradizione e che sono supportati anche dall’amministrazione comunale che ha a cuore l’evento. I volontari sono impegnati nella costruzione di strutture in legno, nella ricerca degli utensili e del matetiale e nella confezione di abiti per il presepe.

La Bianca: rivivono le tradizioni natalizie e il Presepe Vivente

La rappresentazione animata della nascita di Gesù ogni annonrichiama molte persone da fuori e saprà anche quest’anno far vivere a tutti, grandi e piccini, tante emozioni. Riuscirà, inoltre, a riportare tutti indietro nel tempo tra giochi di luci e musiche di contorno. Numerose saranno le scene riprodotte: si partirà dalla zona del censimento per poi attraversare il mercato, la zona artigianale, la locanda per il ristoro e, ovviamente, i pastori fino ad arrivare ai bellissimi quadri della Natività e dell’arrivo dei Magi. Saranno presenti all’interno prodotti tipici del territorio, alcuni fatti al momento e che i visitatori potranno gustare attraversando il presepe. Il 28 dicembre, invece, si terrà la seconda edizione del biscottino d’oro che decreterà il miglior tozzetto di Natale.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS