Pubblicato il

Viterbo, piomba a casa dell’ex e aggredisce la donna e due poliziotti

Viterbo, piomba a casa dell’ex e aggredisce la donna e due poliziotti

Un 43enne di origine georgiana è stato arrestato per atti persecutori, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale

Condividi

Aveva un divieto di avvicinamento alla ex, ma nonostante questo si è presentato a casa della donna e ha aggredito lei, i proprietari dell’appartamento e gli agenti accorsi sul posto. L’uomo, un 43enne georgiano, è stato arrestato.

E’ accaduto la sera di Natale quando la squadra volante è intervenuta in un appartamento in via dei Mille, a seguito di una richiesta di aiuto pervenuta al 112 da parte di una donna di origine ucraina aggredita dal suo ex compagno.

Sul posto è stato fermato un 43enne, già noto agli agenti per essere stato arrestato a dicembre dell’anno scorso per maltrattamenti in danno della stessa vittima.

Lo straniero, visibilmente alterato dal verosimile abuso di sostanze alcoliche, si è scagliato contro i poliziotti sferrando violenti calci e pugni e provocando a uno di loro lesioni ad una mano. Prima dell’arrivo degli agenti l’uomo aveva sfondato una porta all’interno dell’abitazione nel tentativo di raggiungere la sua ex compagna in una stanza dove la stessa si era barricata per paura.

Inoltre aveva picchiato anche i due proprietari dell’immobile, una coppia conoscente della vittima presente in casa per festeggiare insieme la festività natalizia, ferendo ad una mano la donna, soccorsa poi in ospedale con 30 giorni di prognosi per una lesione tendinea.

L’aggressore, che risultava già gravato dal provvedimento del divieto di avvicinamento alla donna con obbligo di permanenza nel comune di residenza e divieto di lasciare la dimora nelle ore notturne, è stato arrestato per atti persecutori, lesioni e resistenza a pubblico ufficiale e associato alla casa circondariale di Mammagialla a disposizione dell’autorità giudiziaria.


Condividi

ULTIME NEWS