Pubblicato il

Aurelia, detenuto incendia la cella

Aurelia, detenuto incendia la cella

Nessun ferito, la FP Cgil Polizia penitenziaria richiede l’invio urgente di almeno 20 agenti

Condividi

CIVITAVECCHIA – Detenuto dà in escandescenza, distruggendo plafoniere e finestrini e incendiando la propria cella. Momenti di grande tensione oggi nel carcere di Aurelia.

«Si è verificato un evento critico – si legge in un comunicato stampa della FP Cgil Polizia Penitenziaria – nella Casa Circondariale di Civitavecchia, che ha messo in luce le urgenti problematiche legate alla sicurezza e alla gestione della struttura penitenziaria. Secondo le informazioni fornite da Ciro Di Domenico e Aniello Pernice del Coordinamento Regionale del Lazio della FP CGIL Polizia Penitenziaria, intorno alle 15 un detenuto della quarta sezione ha causato gravi danni distruggendo plafoniere e finestrini del corridoio, per poi incendiare la propria cella. L’aria è diventata immediatamente irrespirabile con grave pericolo per gli altri detenuti e gli operatori penitenziari presenti, costringendo l’evacuazione dell’area e il trasferimento dei detenuti nell’area passeggi. Fortunatamente, non si segnalano feriti né tra il personale né tra i detenuti».

In risposta a questo grave incidente, Mirko Manna della FP CGIL Nazionale esorta a «un’azione immediata da parte del Capo del Dipartimento Giovanni Russo. È evidente la critica carenza di personale, che sta compromettendo non solo la sicurezza ma anche l’efficacia nella gestione della Casa Circondariale di Civitavecchia. Si richiede con urgenza l’invio di almeno 20 unità di Polizia Penitenziaria, attingendo in anticipo dalla graduatoria della mobilità nazionale. Questo intervento è essenziale per fronteggiare la situazione di emergenza attuale e per garantire un ambiente sicuro sia per il personale che per i detenuti. La situazione richiede una soluzione rapida ed efficace per prevenire ulteriori episodi e per mantenere l’ordine all’interno della struttura».


Condividi

ULTIME NEWS