Pubblicato il

Dolore ad Allumiere per la morte di Suor Lina Pacifici

Dolore ad Allumiere per la morte di Suor Lina Pacifici

ALLUMIERE - Dolore ad Allumiere per la morte di Suor Lina Pacifici, una donna e una religiosa eccezionale che per tanti anni è stata nel paese collinare facendosi apprezzare per la sua bontà, la sua intelligenza e per il suo sorriso. Suor Lina ha ...

Condividi

ALLUMIERE – Dolore ad Allumiere per la morte di Suor Lina Pacifici, una donna e una religiosa eccezionale che per tanti anni è stata nel paese collinare facendosi apprezzare per la sua bontà, la sua intelligenza e per il suo sorriso. Suor Lina ha professato i suoi voti da giovanissima nell’ordine delle Adoratrici del Sangue di Cristo ed ha amato spassionatamente Gesù e la Madonna cercando di seguire con umiltà e con bonarietà gli insegnamenti della sua fondatrice Maria De Mattias.

Suor Lina Pacifici è entrata in convento all’età di 12 anni ed è stata ad Allumiere per 30 anni, poi 3 anni fa è stata trasferita nell’istituto di Velletri dove sabato è deceduta. Aveva un bel gruppo di ragazze e signore a cui insegnava l’arte del cucito e del ricamo: era molto esperta nel lavoro a tombolo ed ha ricamato la maggior parte delle tovaglie e degli accessori per la messa della parrocchia di Allumiere e del Santuario della Madonna delle Grazie. Era sempre molto dolce e amorevole.

In tutto il paese si piange la morte di questa suora cosi buona. Dolore e cordoglio è espresso delle Associate del Preziosissimo Sangue e del Gruppo Giovanile Parrocchiale, di cui è stata parte integrante sin dai primi momenti che è venuta ad Allumiere. È sempre stata al servizio di tutti, guidava il rosario in chiesa ed ha insegnato a tantissime ragazze e donne a fare l’uncinetto e il chiacchierino. Ogni giro di uncinetto era per lei un atto d’amore a Dio. Suor Lina, sempre educata e gentile, si è spenta all’età di 96 anni giovedì pomeriggio intorno alle 18 e stamattina a Velletri saranno celebrati i funerali. Suor Lina era una di quelle religiose meravigliose e uniche che passano nella vita delle persone con dolcezza e in punta di piedi e che hanno la capacità di farsi prossimo e di lasciare un segno profondo in coloro che incontrano. Suor Lina sapeva ascoltare e aiutare, non giudicava mai nessuno e non sopportava le “chiacchiere” da cui si teneva ben lontana. Era una donna saggia e molto umile, amava la vita ed era innamorata di Allumiere e della sua gente, mai avrebbe voluto lasciare il paese e quando è stata trasferta. Ha lasciato questo mondo un altro pezzo forte della congregazione delle suore del Preziosissimo Sangue: suore eccezionali che hanno fatto la storia di Allumiere. Per anni suor Lina ha accolto e ascoltato i bambini, i giovani e le educatrici del Gruppo Giovanile Parrocchiale e per molte è stata una seconda mamma e una zia davvero preziosa. “Per noi è stata una persona importante che ci ha sempre supportato in ogni iniziativa che facevamo – spiega Cinzia Bucci, presidente del Gruppo Giovanile Parrocchiale di Allumiere – ad ogni partenza dei nostri campi scuola ci salutava sulla porta della casa e quando ritornavamo ci attendeva con la gioia sul viso e ci ringraziava per il nostro lavoro: “Grazie per quello che fate: ho pregato per voi” ci diceva. Suor Lina ci ha accolte e protette come figlie: la sua protezione possa ancora guidare e illuminare il nostro cammino di fede. Lei che senza accorgersi ci ha insegnato ad amare Gesù come Maria de Mattias, ci ha insegnato ad amare i bambini, i poveri e gli altri. Grazie a suor Lina per essere stata presente nella nostra vita: adesso da lassù ci potrà seguire nuovamente da vicino”. Monica Golino, educatrice del Ggp sottolinea: “Ciao suor Lina: mai triste, mai arrabbiata, sempre amorevole e piena di affetto. Avevo trovato in lei una nonna buona e dolce, anche se la severità del suo mondo ci ha separate e non mi ha permesso di starle vicino come avrei voluto. Ora so che è nella pace di Dio nel Paradiso che si è meritata. Poteggimi da lassù suor Lina e io porterò sempre con me la mia stella. Ciao anima bella”. Patrizia Spargoli, una delle associate del Preziosissimo Sangue e molto legata a suor Lina spiega: “Per noi che andavamo a ricamare con lei era come una madre e ci dava sempre consigli. Lei nel silenzio ha fatto molto per tante ragazze e signore ed è nel cuore di tutti noi”.


Condividi

ULTIME NEWS