Pubblicato il

L’anno nuovo a Viterbo parte con Antonio Poli

L’anno nuovo a Viterbo parte con Antonio Poli

Il tenore sarà il protagonista del concerto che si terrà il 1° gennaio al teatro dell’Unione. L’ingresso a offerta libera fino a esaurimento dei posti, il ricavato andrà all’associazione Juppiter

Condividi

“Note di gala”: il Capodanno di Viterbo fa rima con Antonio Poli. E’ tutto pronto per la performance del 1° gennaio 2024 che vedrà protagonista assoluto il tenore viterbese di fama internazionale Antonio Poli che, a partire dalle 17, si esibirà con canzoni popolari molto note ma interpretate con la sua voce lirica. Insieme a lui, che sarà anche il direttore artistico di “Note di gala”, ci sarà il soprano Romina Cicoli e due voci pop, Rosy Messina e Michelangelo Nari.

L’evento è stato presentato ieri mattina alla sala consiliare del Comune di Viterbo alla presenza della sindaca di Viterbo Chiara Frontini; dell’assessore alla cultura Alfonso Antoniozzi; del tenore Antonio Poli e del presidente di Fondazione Carivit Luigi Pasqualetti.

Si tratterà di un viaggio straordinario in cui la lirica incontrerà la dolcezza di brani popolar, napoletani e romani fino ad arrivare al crossover.

L’iniziativa è organizzata dal Comune di Viterbo con il contributo di Fondazione Carivit oe la collaborazione di Atcl.

Sul palco, insieme ad Antonio Poli, che è reduce da una tournée negli Stati Uniti, ha calcato l’Opera di Vienna e dei principali teatri italiani ed andrà presto a Parigi, ci saranno, insieme al soprano Romina Cicoli, il violinista Fabrizio Bono; la pianista Sabrina Trojse; la chitarra classica di Giandomenico Anellino; il sax di Alessandro Tomei; la tromba di Francesco Del Monte; la violoncellista Rossella Zampiron; il batterista Stefano Marazzi ed il basso Alessandro Mazza. «L’amministrazione sta mettendo in campo una grande offerta di eventi – ha detto la sindaca Frontini – Offriamo target e proposte di qualità per tutti i gusti. Con l’assessore Antoniozzi stiamo lavorando per fare conoscere i talenti e le eccellenze della nostra città. Altro scopo dell’evento è la beneficenza grazie al contributo di Fondazione Carivit main sponsor del concerto e di tanti altre iniziative. Un anno fa giorni prima era già tutto sold out e crediamo anche quest’anno».

Il presidente della Fondazione Carivit Pasqualetti ha spiegato che «continua la collaborazione con il Comune di Viterbo che ha preso il via proprio con il concerto di Capodanno del 2023 che ha significato l’inizio dopo due anni di pandemia. Un anno fa si decise di fare un concerto con le musiche di Ennio Morricone, che ha avuto un grande successo, quindi tante altre iniziative culturali che derivano dai primi successi. Quindi gli eventi su Scriattoli con Comune, Proloco e Curia e le escursioni con gruppi fino a 45 persone e le mostre al museo della ceramica. Il concerto di Capodanno 2024, d’intesa con l’assessore Antoniozzi, lo abbiamo voluto con Antonio Poli che è un’eccellenza per Viterbo».

Antonio Poli, voluto fortemente per il concerto di Capodanno all’Unione, ha ringraziato tutti e ricordato che «io nasco dalla musica leggera e devo tutto ai miei che mi hanno spinto ed incitato a fare questo mestiere anche se in famiglia non c’era una tradizione artistica in tal senso. Sono partito dal Minifestival di Viterbo di Paolo Moricoli e, poi, ho partecipato al Concorso internazionale di musica lirica svoltosi a Viterbo che, in una sola edizione, vide tanti direttori artistici e giurati di grande prestigio. Qui sono passato alla musica lirica. Nel Concerto di Capodanno al teatro dell’Unione sarò affiancato dalla mia compagna soprano Romina Cicoli e da tanti professionisti della musica pop e musicisti. Sarà un evento eccezionale».

L’assessore alla Cultura Alfonso Antoniozzi ha parlato del talento di Antonio Poli, che ha visto crescere professionalmente «e che ora ha già 20 anni di carriera alle spalle. Sono stato tra i fautori e chi ha voluto l’arte del canto italiano come patrimonio immateriale dell’Unesco, come la Rete delle Macchine a spalla per la Macchina di Santa Rosa. Il rischio serio di oggi è la mercificazione al ribasso dell’arte del canto ed iniziative come quella del concerto con Antonio Poli servono ad impedire proprio questa deriva».

L’ingresso all’evento “Note di gala” sarà ad offerta libera fino ad esaurimento posti ed il ricavato andrà all’associazione Juppiter. Si potrà lasciare un’offerta e scegliere il proprio posto fino ad oggi con orari al botteghino tra le 10 e le 13 e le 15 e le 19, mentre la riapertura per eventuali posti residuali cis arà il 1° gennaio alle 15. Per prenotazioni è possibile chiamare il 388/9506826.


Condividi

ULTIME NEWS