Pubblicato il

Terreni al Cardarelli: c’è l’accordo

Terreni al Cardarelli: c’è l’accordo

Intesa tra il Comune di Tarquinia, la Provincia di Viterbo e la Regione Lazio

Condividi

TARQUINIA – C’è l’intesa. L’istituto scolastico di istruzione superiore Vincenzo Cardarelli di Tarquinia beneficerà di terreni in comodato d’uso. Il Comune di Tarquinia, la Provincia di Viterbo e la Regione Lazio hanno infatti raggiunto l’accordo sulla concessione di alcuni terreni comunali all’Istituto di Istruzione Superiore Vincenzo Cardarelli.

La serie di incontri, iniziata lo scorso ottobre, si è conclusa con un accordo totale tra le parti, frutto dell’impegno e della volontà di andare fino in fondo mostrati dal sindaco di Tarquinia Alessandro Giulivi, che si è detto sin da subito disponibile a trovare la miglior soluzione possibile, trovando la massima disponibilità del presidente della Provincia Alessandro Romoli, il quale ha dato precedenza alla questione per dare anche lui risposte rapide all’istituto e agli studenti.

Il tavolo, voluto anche dal presidente della Commissione Ambiente e Agricoltura della Regione Lazio, Valentina Paterna, si è trovato in piena sintonia e, il 28 dicembre, la giunta comunale ha approvato l’apposita delibera contenente i dettagli della concessione.

«L’amministrazione comunale – si legge nell’atto – intende concedere alla Provincia di Viterbo, in comodato d’uso gratuito, gli immobili situati in via Raffaello Sanzio e distinti in catasto al foglio 67 particelle 51 (parte), 72 (parte), 73, 76 (parte) e 466”. Si tratta di luoghi antistanti l’IISS Cardarelli in cui, oggi, insistono una piccola serra e una pineta. Il comodato avrà durata massima di 5 anni, non rinnovabili tacitamente senza accordo tra le parti, e potrà essere utilizzato esclusivamente fino alla data di cantierizzazione dell’opera di implementazione degli impianti sportivi esistenti, della quale sarà data preventiva comunicazione entro il termine ritenuto congruo di 90 giorni.

«Nel pieno spirito di cooperazione tra i soggetti istituzionali del territorio, con l’obiettivo di promuovere attività di carattere sociale, ricreativo, scolastico, sportivo e culturale – spiegano le parti – il Comune di Tarquinia, la Provincia e la Regione hanno concordato di dare priorità alla continuità didattica. Questo in attesa di trovare soluzioni congiunte definitive dato che, nell’ambito di un più ampio progetto di valorizzazione del patrimonio, nonché per una più efficiente riorganizzazione dei servizi, il Comune intende utilizzare il terreno in questione per realizzare un’implementazione degli impianti sportivi esistenti, procedendo alla costruzione di nuove strutture impiantistiche, oltre che porre in essere, in futuro, ogni ulteriore attività istituzionale e sociale, destinandolo alle esigenze dell’intera collettività.

“Sono davvero contenta – dichiara la consigliera regionale Valentina Paterna – che questa fase sia arrivata ad un epilogo positivo sia per le istituzioni coinvolte che per l’istituto Cardarelli. Avevamo promesso che entro fine anno avremmo trovato una quadra e così è stato, abbiamo rispettato i termini. I ragazzi potranno continuare ad usufruire di spazi che si sono dimostrati fondamentali nel percorso didattico. Questo è stato possibile grazie alla sensibilità del sindaco Giulivi e all’apertura del presidente Romoli”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS