Pubblicato il

E adesso tutti al lavoro per il Carnevale

E adesso tutti al lavoro per il Carnevale

Già pronto il piano sanitario grazie all’impegno del comitato locale della Cri

Condividi

CIVITA CASTELLANA – Inizia il countdown per il Carnevale 2024: la macchina operativa della Fondazione procede spedita e si avvia a raccogliere, per il secondo anno, i frutti del suo lavoro.

«Nei giorni scorsi siamo stati in Prefettura per la commissione provinciale – dichiara Valerio Turchetti, presidente della Fondazione per il carnevale civitonico – con il sindaco Luca Giampieri e l’ingegnere Vittorio Calomeni, nostro consulente per la sicurezza pubblico spettacolo. Una delle novità di quest’anno è stata la realizzazione di un piccolo manuale con le linee guida per la realizzazione dei carri allegorici, già consegnato da tempo ai capigruppo, dove ho cercato di sintetizzare norme, misure e limiti dei carri. Altro importantissimo lavoro è stato svolto dall’ingegnere Stefano Ferrelli, il quale ha progettato tutti i carri dei gruppi mascherati, dall’ ingegnere Paolo Puzzo per la progettazione degli impianti elettrici , e dall’ ingegnere Oliviero Bernardini che ha progettato il carro di prima categoria del gruppo Biacio forchettoni, dotato di vere e proprie macchine oleodinamiche per i movimenti, elettrovalvole, pistoni idraulici e sensori – prosegue Turchetti – quando i carri saranno terminati gli stessi tecnici provvederanno al collaudo. Un lavoro molto impegnativo reso possibile dalla collaborazione di tutti gli interessati, primi fra tutto i carnevalari che hanno apportato tutte le modifiche chieste loro dai tecnici, fa sapere il presidente della Fondazione. Un altro degli aspetti oggetto di attenzione è stato l’impatto acustico per il quale Stefano Gavazzi ha redatto una valutazione, strumento necessario per permettere all’amministrazione di emettere apposita ordinanza, in base alla quale i volumi degli impianti audio dovranno essere regolati senza eccessi a tutela sia delle persone mascherate che del pubblico presente».

Pronto anche il piano sanitario grazie all’impegno del comitato locale della Croce Rossa Italiana, che garantirà l’assistenza durante le prossime sfilate visto anche il numero crescente dei partecipanti di anno in anno

«Il presidente della commissione provinciale pubblico spettacolo, vice prefetto Andrea Caputo ha espresso soddisfazione per il lavoro svolto – aggiunge Turchetti – che ha come unico obiettivo quello di permettere che il carnevale civitonico, festa cittadina con oltre 600 anni di storia, si svolga nella maniera più sicura possibile, mantenendo la tradizione».

Una maggiore collaborazione è stata chiesta anche agli esercenti dei pubblici esercizi: «Oltre a dotarsi di stewards per far rispettare le ordinanze, e cioè il divieto di asporto bevande e il divieto di consumo alcolico sul percorso, dovranno tenere i bagni aperti e igienicamente praticabili – rende noto il presidente – l’amministrazione comunale e la fondazione installeranno dei bagni chimici, aumentando le unità e aumentando il servizio di igienizzazione, ma è altrettanto importante che gli esercenti facciano tutti la loro parte e che non ci sia una improvvisa epidemia di guasti di bagni».

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS