Pubblicato il

Museo del mare e della navigazione antica attivo tra scienza, educazione e ricerca

Museo del mare e della navigazione antica attivo tra scienza, educazione e ricerca

L’archeologo Flavio Enei ha illustrato le attività

Condividi

SANTA MARINELLA – Grande successo il convegno di fine anno del Gruppo Archeologico del Territorio Cerite tenutosi nella sala Flaminia Odescalchi. L’Associazione attiva sul territorio dal 1999 e forte di 305 soci, ha presentato i risultati delle numerose attività condotte nel 2023 nei comuni di Cerveteri, Santa Marinella e Ladispoli, per la tutela e la valorizzazione del patrimonio storico archeologico. Le attività svolte a Castrum Novum, Aquae Caeretanae, Laghetto, Posta Vecchia, Centro Studi Marittimi, restauro, viaggi di studio, corsi, conferenze, visite guidate e quant’altro, sono state ben raccontate a più voci, dopo le introduzioni del direttore del Polo museale e del presidente Gatc Paolo Marini. Molto graditi i saluti dei sindaci Pietro Tidei ed Elena Gubetti, della soprintendente Margherita Eichberg, degli assessori e delegati Francesca Romana Appetiti e Paola Fratarcangeli. Altra iniziativa archeologica, quella del Comune di Imperia, per scoprire la situazione dei musei di archeologia subacquea nelle varie regioni d’Italia. Il convegno è stato organizzato dall’Istituto Internazionale di Studi Liguri e l’Istituto Italiano di Archeologia Subacquea. Da nord a sud, centinaia di musei raccontano il mare e le sue storie antiche e moderne, tramite migliaia di reperti e relitti di ogni epoca. “Ho relazionato sulla realtà dei musei del Lazio e sul nostro Museo del Mare e della Navigazione Antica – dice l’archeologo Flavio Enei – attivo tra scienza, educazione e ricerca, portandolo all’attenzione di numerosi studiosi e ricercatori da tutta Italia”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS