Pubblicato il

«Pnrr, tra i progetti non c’è il consolidamento della Passeggiata»

«Pnrr, tra i progetti non c’è il consolidamento della Passeggiata»

Gli esponenti della Coalizione Futuro hanno chiesto in questi giorni l’accesso agli atti

Condividi

SANTA MARINELLA – Tra i progetti avviati all’interno del Piano nazionale ripresa e resilienza, avrebbe potuto spiccare il consolidamento della Passeggiata al Mare. A chiederselo sono i responsabili di Coalizione Futuro i quali affermano che “durante l’ultimo consiglio comunale, la consigliera Clelia Di Liello, ha posto l’attenzione su quello che sarebbe dovuto essere il più bel dono di Natale ai santamarinellesi che aspettano da anni il ripristino della loro specialissima piazza sul mare. E invece no, tra i progetti del Pnrr non c’è il consolidamento della Passeggiata. I progetti previsti dall’amministrazione per gli anni dal 2024 al 2026, in tutto sono ben 17 e il Sindaco vanta di essere tra le amministrazioni comunali più virtuose per fondi reperiti con bandi, anche di Pnrr. Tuttavia, tra questi, sono solo due quelli già avviati, uno è la riqualificazione del centro sportivo comunale, per cui sono già stati spesi più di 74mila euro e l’altro la sistemazione idraulica del fosso di Ponton del Castrato, per il quale è stata versata una cifra pari a poco più di 480mila euro. Gli altri nove progetti, vengono definiti in esecuzione, ma sono solo all’inizio, neppure cominciati, perché la spesa effettuata per ciascuno ammonta a soli 1.600 euro. Infine ci sono altri sei in fase di progettazione, di cui uno approvato nello stesso consiglio. Nella seduta del 29 dicembre, la consigliera Di Liello, ha chiesto garanzie sull’esecuzione dei progetti citando l’organo di revisione che ha verificato che l’Ente non si è adeguatamente dotato di soluzioni organizzative idonee per la gestione, il monitoraggio e la rendicontazione dei fondi Pnrr e ancora che il sistema dei controlli interni dell’Ente non sia adeguato a individuare criticità, anche per frodi, nella gestione dei fondi collegati all’attuazione degli interventi a valere sul Pnrr. Il piano infatti prevede un rigoroso sistema di controllo, dettato dall’Unione Europea, che solo tardivamente è stato approvato nel consiglio del 28 dicembre, senza coinvolgimento delle opposizioni. Come di sua consuetudine e solo sulla sua parola, il Sindaco, ha dato ampie assicurazioni che la scadenza dei progetti al 31dicembre 2026 sarà certamente rispettata senza indugiare su alcuna procedura o modalità. Per la Passeggiata al Mare, invece, ha risposto che l’amministrazione ne ha per ben due volte chiesto al Ministero competente il finanziamento con i fondi del Pnrr, sempre ottenendone un diniego. Aspettiamo con ansia la risposta all’accesso agli atti, avanzato in questi giorni dalla consigliera, in cui si chiede di visionare i quesiti formali che questa amministrazione avrebbe inviato al Ministero. Temiamo infatti che i lavori di quest’opera pubblica così fortemente attesa dai cittadini, siano stati deliberatamente esclusi dalla progettazione Pnrr e non ne comprendiamo la ragione visto che sarebbero rientrati appieno nella linea di intervento della riqualificazione urbana”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS