Pubblicato il

Santa Marinella in casa dell’Ostiantica

Santa Marinella in casa dell’Ostiantica

Dopo una breve sosta, riprendono i campionati dilettanti. Per quanto riguarda il torneo di Promozione, il Santa Marinella sarà impegnata stamani allo stadio Aldobrandini di via dei Romagnoli ad Ostia dove, alle 11, affronterà l’Ostiantica. La ...

Condividi

Dopo una breve sosta, riprendono i campionati dilettanti. Per quanto riguarda il torneo di Promozione, il Santa Marinella sarà impegnata stamani allo stadio Aldobrandini di via dei Romagnoli ad Ostia dove, alle 11, affronterà l’Ostiantica. La squadra lidense, ottava in classifica a otto punti dai tirrenici, cercherà di approfittare del turno interno per dare maggiore consistenza al suo bottino di punti. I tirrenici, reduci da due vittorie, prima della sosta natalizia, hanno forte necessità di vincere la gara, per recuperare i nove punti persi nelle tre sconfitte consecutive con Tolfa, Urbetevere e Parioli, che hanno gettato i rossoblù alla quinta posizione in graduatoria. Chiaramente quelle tre sconfitte hanno generato mugugni nella società, non tanto per i punti gettati al vento, quanto per il peso specifico di una classe arbitrale che quest’anno sta dimostrando di essere non all’altezza. Infatti, è ancora nella mente di molti tifosi, il “furto” perpetrato a Tabarini e compagni, nella sfida con l’Urbetevere, quando l’arbitro Matteo Corona di Roma, sul risultato di 2 a 0 per il Santa Marinella, espulse prima Tabarini e poi Palermo, lasciando i locali in nove e consentendo ai romani di vincere la partita in rimonta. Da quella sfida, i ragazzi di mister Cafarelli, hanno deciso di cambiare atteggiamento in campo, tanto da ribaltare, nel turno successivo con la Sorianese, una partita che a 5 minuti dalla fine stavano perdendo per 4 a 3, per poi vincerla 5 a 4 e poi battere in trasferta l’Ostiense per 3 a 0. Nel frattempo, alla riapertura del mercato invernale, il direttore generale Di Fiordo, dopo aver portato in riva al Tirreno l’attaccante Martinelle e il difensore centrale Gianotti, in settimana ha tesserato anche due giocatori provenienti dal campionato Eccellenza, si tratta di due centrocampisti offensivi, Di Pofi Alessio classe 2001 proveniente dall’Aurelia Antica Aurelio e Belloni Giordano classe 2005 proveniente dal Civitavecchia. Un segnale forte della società del presidente Sanfilippo e del suo vice Gramegna, in vista della seconda fase di questo campionato che non ha ancora dato verdetti ufficiali. «Martinelli è un ottimo attaccante – commenta il dg Di Fiordo – e guarda caso in due partite giocate ha realizzato due gol. Ovvio che ora bisogna dare continuità ai risultati. Dobbiamo quindi cercare di fare il pieno in quel di Ostia, anche se troveremo una squadra coriacea. Avremo delle assenze, in particolare i due squalificati Gallitano e Palermo, oltre a Di Cuomo che è uscito ieri dall’ospedale dopo una brutta polmonite».

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS