Pubblicato il

Viterbo, prove di mercato coperto alla Pensilina

Viterbo, prove di mercato coperto alla Pensilina

Ogni mercoledì pomeriggio in attesa di portarlo all'ex tribunale. Si comincia domani con i nuovi appuntamenti di Tuscia in Bio

Condividi

Prove di mercato coperto alla Pensilina.

In realtà è la naturale prosecuzione dell’esperienza che, nel periodo natalizio, ha visto il mercato di Tuscia in Bio registrare oltre 2000 presenze.

Lo Spazio della Pensilina da domani, 10 gennaio, ogni mercoledì pomeriggio – dalle ore 15 alle 19.30 – ospiterà un mercato coperto.

Un’ubicazione, quella al Sacrario, certamente più felice anche in termini di migliore accessibilità per gli acquirenti – visto la possibilità di fruire del grande parcheggio adiacente – rispetto a quella che negli intenti dell’amministrazione Frontini dovrebbe essere la sede definitiva: l’ex Corte d’assise in piazza Fontana Grande.

Una questione di semplice logica che però sembra non sposarsi con la programmazione del Comune. E in particolare dell’assessore allo Sviluppo economico locale Silvio Franco, secondo il quale «un mercato di terra e agroalimentare in piazza Fontana Grande è un valore aggiunto alla visione culturale del territorio. E la riqualificazione della piazza rientra tra i progetti afferenti alla candidatura di Viterbo a capitale europea della Cultura».

L’idea di snaturare un luogo come l’ex tribunale per farlo diventare un’area mercatale coperta è stata fortemente contestata dai viterbesi sui social, anche in considerazione della mancanza di parcheggi nei pressi per gli acquirenti. Le zone sosta più vicine infatti sono quelle delle Fortezze, fuori Porta Romana, o del Sacrario.

Tornando agli appuntamenti del mercoledì, le precedenti esperienze del mercato di Tuscia in Bio – tra cui quelle agli Almadiani e a Valle Faul – hanno sempre fatto riscontrare ottimi consensi.

Ora i consumatori potranno avere a disposizione ogni mercoledì un luogo coperto dove acquistare prodotti biologici di produzione locale. E non è detto che gli appuntamenti non si moltiplichino. Gli organizzatori infatti starebbero valutando di estendere il periodo di attività al Sacrario anche nei weekend.

Al momento la previsione è che il mercato di Tuscia in Bio proseguirà le proprie aperture allo Spazio Pensilina fino ad aprile.

Poi una volta terminati gli interventi che stanno interessando l’ex tribunale e piazza Fontana Grande – importo di spesa 3 milioni di euro – Viterbo avrà il proprio mercato coperto permanente dentro le mura.


Condividi

ULTIME NEWS