Pubblicato il

“ElevArti”, asta di opere d’arte al teatro San Leonardo

“ElevArti”, asta di opere d’arte al teatro San Leonardo

“ElevArti”, la prima mostra di pittura e asta di opere d’arte di beneficenza al Teatro San Leonardo di Viterbo. Il movimento femminile Freedart in collaborazione con il teatro San Leonardo di Viterbo invita tutta la cittadinanza a prendere ...

Condividi

“ElevArti”, la prima mostra di pittura e asta di opere d’arte di beneficenza al Teatro San Leonardo di Viterbo.

Il movimento femminile Freedart in collaborazione con il teatro San Leonardo di Viterbo invita tutta la cittadinanza a prendere parte all’iniziativa denominata ElevArti: un atto unico, al femminile, di beneficenza e solidarietà nell’arte e nei colori del teatro. L’evento si terrà al teatro San Leonardo sabato 10 febbraio alle 15,30, allo scopo di raccogliere fondi interamente destinati a essere devoluti a favore delle associazioni Erinna e Kyanos, impegnate da molti anni nella lotta contro ogni forma di violenza sulle donne. Un programma impegnativo e fortemente desiderato dagli ideatori, ovvero Vanessa Sansone e Giuseppe Berandino, titolari del teatro San Leonardo, e Maria Paola Mascellini, fondatrice del movimento Freedart, che hanno deciso di unire le proprie energie affinché la città di Viterbo possa dimostrare il proprio sostegno e la propria azione attiva per rinnegare ogni circolo di sofferenza e di violenza, psicologica e fisica, che molte donne hanno subito e continuano a subire. Nello specifico a rispondere con entusiasmo all’iniziativa sono state 12 donne del movimento Freedart, di età e vissuto eterogenei, che hanno aderito e realizzato per la grande occasione le opere d’arte destinate a essere battute all’asta di beneficenza, presentata e coordinata da Adriana Riccio. Dopo l’inaugurazione della mostra delle 15,30 introdotta da Maria Paola Mascellini e Giuseppe Berardino, seguirà il prologo a cura dell’attore Martinus Tocchi: tre interventi che mireranno a spiegare nel dettaglio l’evento di ElevArtinella sua forma e sostanza. Dopo l’introduzione, verranno invitate a salire sul palcoscenico le rappresentanti delle associazioni Erinna e Kyanos. ElevArti continuerà a stupire il pubblico proponendo sul palcoscenico anche un variopinto programma di esibizioni artistiche di ben ampio respiro; sul palcoscenico anche la cantante Martina Cori, che si esibirà con un repertorio canoro emozionante e significativo che rimarrà impresso nella memoria e nel cuore di tutti i partecipanti. Alle 16,30 seguirà l’asta di beneficenza, durante la quale il pubblico sarà chiamato a partecipare attivamente all’acquisto delle opere d’arte. Il ricavato verrà interamente devoluto in beneficenza a favore delle associazioni Erinna e Kyanos, impegnate nella lotta contro ogni forma di violenza sulle donne. Le artiste che hanno aderito all’iniziativa sono: Sheila Lista, Serena Bottazzo, Natalia Marrocolo, Caterina Cucchi, Gaia Verrigni, Adriana Riccio, Marika Serapica, Maria Daniela Calcopietro, Sabrina Del Canuto, Resy Serata, Francesca Bellantonio, Evelina Armellin. Dopo l’asta di beneficenza, l’evento proseguirà fino alle 19,30 con un momento conviviale all’insegna della musica: i partecipanti saranno invitati a prendere parte all’aperitivo, accompagnato dalla musica in sala dal vivo di Giulia Zanella (pianoforte) e Agnese Zanella (violoncello). Il progetto Freedart ha visto la luce nel 2021, grazie alla collaborazione e al sostegno del Ribolle fest di Soriano nel Cimino. Il progetto è riuscito a coinvolgere talentuose artiste provenienti da Soriano, Viterbo, Roma e Venezia, “unite dalla volontà di condividere idee, colori e immagini in uno spirito di libertà creativa e rompendo ogni preconcetto e regola che potesse limitare la loro espressione”, spiega la fondatrice Maria Paola Mascellini, che aggiunge: “Il nome Freedart mira a rappresentare un’idea e un’azione di arte-liberata, liberata appunto dai confini che soffocano la creatività quindi la voce interiore di ogni donna. Il logo del movimento, infatti, non poteva che ispirarsi a Frida Kahlo ed è stato realizzato proprio dall’artista del gruppo, Sheila Lista”. Come si apprende sul sito di Freedart, uno dei primi movimenti d’arte declinati al femminile e attivi sul territorio nazionale, il gruppo incarna la celebrazione della creatività al femminile, dove ogni emozione rivela l’oltre che si nasconde nelle opere d’arte. “Quando ho fatto conoscere il progetto di ElevArti ai titolari del teatro San Leonardo, ho trovato dentro i loro occhi tutto l’entusiasmo che cercavo – racconta Maria Paola Mascellini –. Vanessa e Giuseppe, sorridendomi hanno risposto a gran voce ‘il teatro San Leonardo sarà felice di diventare la casa di ElevArti’ e così non abbiamo perso tempo e dalle parole siamo passati a dare subito concretezza a un evento che in realtà rappresenta il primo di molti altri passi che potranno condurre le donne a ritrovare la voce per opporsi a ogni forma di sopruso e ingiustizia“. Vanessa Sansone del Teatro San Leonardo ha sottolineato: «Insieme tutto questo può davvero accadere. La solidarietà è uno dei primi valori in cui è necessario credere per ridare all’umanità la definizione che merita, quella di pace e di parità di genere». La mostra con le opere delle artiste di Freedart resterà aperta fino al 18 febbraio e seguirà gli orari di apertura del teatro San Leonardo.


Condividi

ULTIME NEWS