Pubblicato il

Taxi, Enac sospende l’ordinanza. Baccini: «Tuteliamo i lavoratori»

Taxi, Enac sospende l’ordinanza. Baccini: «Tuteliamo i lavoratori»

Esultano i sindacati: «Siamo certi che il nuovo provvedimento terrà conto delle esigenze di tutti i coinvolti»

Condividi

FIUMICINO – Grazie all’intervento del primo cittadino, Mario Baccini, è stata sospesa l’ordinanza Enac 10/2023 per regolamentare la circolazione, la sosta e la fermata nella viabilità Land Side dell’ aeroporto Leonardo Da Vinci di Fiumicino .

Il provvedimento avrebbe consentito, ai conducenti con licenza rilasciata dal Comune di Fiumicino, il parcheggio in accosto solo per dirigersi verso la città areoportuale.. Le corse verso la capitale sarebbero state, secondo l’ordinanza, ad esclusivo appannaggio dei tassisti di Roma.

«Attraverso un costruttivo dialogo con Enac e Adr, siamo riusciti ad ottenere la sospensione dell’ordinanza al fine di rielaborarla, in modo attento, alle esigenze degli operatori locali. – dichiara il sindaco nel sottolineare l’impegno costante del Comune di Fiumicino a tutela dei lavoratori – I tassisti sono una componente essenziale del tessuto economico e l’obiettivo primario è la formulazione di un nuovo provvedimento che assicuri un trattamento equo, nel pieno rispetto delle legittime richieste degli operatori. Continueremo a lavorare per garantire un ambiente di lavoro giusto, rappresentando al meglio gli interessi della nostra comunità» conclude Baccini.

«A seguito dell’interlocuzione del Sindaco con Enac e Adr, l’ordinanza è stata sospesa, in attesa di una rielaborazione della stessa, che tenga conto delle esigenze degli operatori e della città» sottolineano i sindacati Uri, Cgil, Uritaxi, Casartigiani, Comitato spontaneo taxi. «Siamo soddisfatti per l’intervento del sindaco Mario Baccini, a tutela dei lavoratori. – Siamo in attesa dell’uscita della nuova ordinanza che siamo certi, terrà conto delle esigenze di tutti gli attori presenti. Il sindaco di Fiumicino e l’Assessore, Raffaello Biselli, si sono resi disponibili fin da subito, nel pieno delle festività natalizie, ad ascoltare le nostre istanze. Li ringraziamo unitariamente per il loro intervento».


Condividi

ULTIME NEWS