Pubblicato il

La Vecchia vuole continuare a vincere

La Vecchia vuole continuare a vincere

Il centrocampista Papaj: «Vogliamo far divertire i tifosi»

Condividi

Continuare sulla linea tracciata. Questo il mantra per il Civitavecchia Calcio, che saluta per la prima volta il pubblico del Vittorio Tamagnini, con la sfida contro la Romulea, in programma domani alle 14.30, in quella che dovrebbe essere l’ultima con un orario così anticipato, soprattutto per chi vorrebbe godersi al meglio il pranzo domenicale. Siamo giunti alla terza giornata di ritorno, che si prospetta interlocutoria, visto che non ci sono scontri diretti, ma solo bucce di banana per le battistrada contro squadre di bassa classifica, che non godono certo dei favori del pronostico. È questo il pensiero anche per il match dell’undici di Raffaele Scudieri che, però, all’andata perse nettamente al campo Roma per 4-1, venendo spazzato da due reti oro amaranto nei primi 15 minuti. Va precisato che era tutta un’altra storia, non c’era neanche Scudieri in panchina, con la squadra che stava vivendo un momento di confusione per le vicende narrate tante volte in questi mesi. Poi tanti arrivi, partendo da novembre e chiudendo negli ultimi giorni nel 2023, che hanno fortemente rinforzato la squadra, che ha collezionato, vincendo con la Citizen Academy, la quinta vittoria consecutiva, e il -4 dalla coppia Pomezia-Montespaccato. È un momento nel quale i civitavecchiesi devono fare percorso netto, con il calendario che sembra essere notevolmente in discesa, anche se domenica prossima ci sarà la difficile trasferta romana contro l’Aurelio, che però è già stato battuto a domicilio in Coppa Italia. Ricordate cosa accadde il primo novembre, con il Civitavecchia che stava battendo per 2-0 il Valmontone e poi venne rimontato per 3-2, per via della rete nel finale di Acosta? Ebbene, da quella forte delusione per il gol dell’argentino, i nerazzurri non hanno più subito reti al Tamagnini. Da lì sono giunte cinque vittorie consecutive in casa, tra cui anche quella col Pomezia, tutte senza subire una rete. L’ultima, come detto, si è registrata due mesi e mezzo fa. Di contro la Romulea sta vivendo il momento meno positivo del suo soddisfacente campionato e nelle ultime cinque gare non ha mai vinto, segnando solo una rete. Non segna e non vince fuori casa dal 12 novembre. Statistiche che dicono molto sul percorso degli ultimi due mesi, ma, purtroppo per il Civitavecchia, nulla per quanto concerne quello che accadrà in questo turno. Tra l’altro mister Scudieri deve fare i conti con le assenze. Sevieri ha recuperato solamente per andare in panchina, mentre non potranno dare il loro apporto per infortunio Menghi e Petrini. Buone notizie, invece, da Luciani, che ha recuperato e sarà a disposizione. Sicuramente il Civitavecchia spera in un buon esito anche con il sostegno, dal Vaticano, di papa Francesco, a cui, in settimana, è stato consegnato il calendario 2024 da parte del presidente della Compagnia Portuale Patrizio Scilipoti. «Ci attende una partita importante – commenta Enez Papaj, uno degli ultimi arrivati in ordine temporale – e mi aspetto che giochiamo una bella partita per far divertire i tifosi e alla fine sono sicuro che ne usciremo vittoriosi». Papaj si è messo in mostra nelle ultime uscite, andando anche a segno nella goleada di Ciampino contro la Citizen Academy, trovando il suo primo acuto con la maglia nerazzurra. Anche contro il Villalba aveva dato segno di poter dare il suo apporto anche in fase offensiva e nelle realizzazioni. Quindi questo può essere un vantaggio ulteriore per il Civitavecchia e per il ragazzo di origini albanesi, già guidato da Scudieri nella sfortunata esperienza di Legnano. «Come obiettivo devo fare una bella partita – riprende il centrocampista – per aiutare la squadra e inoltre, se ci sarà l’occasione di segnare, cercherà di fare gol e così darò più aiuto alla mia squadra». Ma come sta andando questa prima parte di esperienza a Civitavecchia per il ragazzo classe 2003 che, quindi, rientra anche nella batteria degli under? «Mi sono trovato molto bene – conclude Enez Papaj, il cui nome si pronuncia sulla seconda E – e sono molto felice di fare parte di questa squadra e di questo staff. La società è molto seria e molto professionale». Per dirigere Civitavecchia-Romulea è stato designato l’arbitro Nello Francesco Farina. Si tratta del figlio del compianto fischietto internazionale Stefano Farina, che ha diretto tutti i più importanti match della Serie A nel primo decennio del nuovo millennio e partite fondamentali di Champions League come Real Madrid-Arsenal e Barcellona-Chelsea. Inoltre fu tra i pochi direttori di gara che non fu investito dal ciclone Calciopoli, purtroppo fu presente nella tremenda Catania-Palermo con l’assassino del poliziotto Filippo Raciti. Gli assistenti di Farina saranno Daniele Colizzi di Albano Laziale e Simone Forina di Roma 1.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS