Pubblicato il

Crc, colpo partenopeo

Crc, colpo partenopeo

Dallo staff biancorosso: «Una partita combattuta, vinta grazie alla grande determinazione»

Condividi

La “cazzimma”, il sedicesimo giocatore del Rugby Civitavecchia questa domenica al Villaggio del Rugby a Napoli, dove è andata in scena la decima giornata del campionato di serie A contro i padroni di casa del Rugby Napoli Afragola.

Cos’è la cazzimma? Non è facile spiegarla, è uno stato di coscienza. È quello stato di emozione iniziale che dalla pancia si diffonde per il corpo dalla testa alle dita dei piedi per arrivare agli occhi. E quando negli occhi appare la cazzimma, allora è il momento di farla uscire e mostrarsi, così è stato per i biancorossi, che hanno espugnato la terra partenopea col risultato finale di 17-13.

Tornando alla cronaca, tre mete del Civitavecchia, una al primo tempo, due al secondo; per il Napoli una meta al primo tempo e due trasformazioni nella seconda frazione di gioco.

Una partita dai mille volti: appena trascorsi otto minuti dall’inizio del primo tempo meta del Crc, poi il Napoli ha risposto con una forza notevole ed è andato in meta al 33’, dopodiché c’è stato un notevole equilibrio fino alla fine del tempo iniziale.

Nel secondo tempo il Napoli ribadisce la sua predominanza con una trasformazione, il Civitavecchia compie alcuni errori nei ventidue avversari, non riuscendo a trasformare in meta numerose occasioni, il Napoli di nuovo a punti con una trasformazione in mezzo ai pali, punteggio 13 a 5.

A quel punto sembrava per il Rugby Civitavecchia una partita compromessa, ma la famosa citata “cazzimma” usciva fuori dai biancorossi, con due mete successive nei minuti finali.

Soddisfazione dallo staff civitavecchiese: «Una partita combattuta ed è la prima volta che riusciamo a vincere a Napoli, siamo riusciti in quello che volevamo attuare, giocare sempre alla mano con davvero belle giocate. La determinazione dei giocatori è stata ottima, fino alla fine abbiamo provato a vincere senza arrenderci per portare a casa il risultato. Certo, ci sono stati degli errori nella zona rossa avversaria ma credo che su questo ci lavoreremo. Però senza vanità e superbia siamo stati bravi, non era facile vincere a Napoli».

Il Rugby Civitavecchia ha avuto la voglia di vincere, un qualcosa in più rispetto alle scorse stagioni col Rugby Napoli Afragola: la cazzimma, nella sua accezione più completa.

Sempre dallo staff biancorosso concludono: «A differenza degli ultimi campionati, oggi ci sembra che abbiamo avuto un sedicesimo giocatore in campo, anzi diciasettesimo in più, la voglia di giocare e di non commettere errori ed avere disciplina».

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS