Pubblicato il

Crisi all’Università Agraria di Tarquinia, Stella (Udc) suggerisce un governo tecnico

Crisi all’Università Agraria di Tarquinia, Stella (Udc) suggerisce un governo tecnico

TARQUINIA - «A seguito delle dimissioni del presidente dell’Università Agraria di Tarquinia Alberto Tosoni siamo convinti che i silenzi non lascino aperte molte strade. Le priorità ora non sono più le nomine istituzionali, ciò che è ...

Condividi

TARQUINIA – «A seguito delle dimissioni del presidente dell’Università Agraria di Tarquinia Alberto Tosoni siamo convinti che i silenzi non lascino aperte molte strade. Le priorità ora non sono più le nomine istituzionali, ciò che è veramente importante è la tutela dell’ente, il Centro aziendale, il personale dipendente e non da ultimo il patrimonio dei cittadini tarquiniesi».

Il segretario provinciale dell’Udc Gino Stella suggerisce la costituzione di un governo tecnico.

«Quale atto di responsabilità nobile e incontaminato quale migliore formula di “un governo tecnico”? – afferma Stella – L’iniziativa spetterebbe al presidente e sarebbe un atto di grande spessore politico. Proponiamo pertanto al presidente Tosoni di mettersi in gioco personalmente, nominando una squadra tecnica con componenti di qualsiasi natura politica al di fuori e, si spera, anche al di sopra della mischia, a seguito di dovuti confronti e condivisioni politico- amministrative di tutti i partiti».

«Un governo professionista, di larghe intese, costituito ad hoc per la tutela dell’ente, nel rispetto del patrimonio della collettività tarquiniese, – aggiunge Stella – per la realizzazione del nuovo Statuto con adeguamento alla legge 168 del 2017 e per la redazione dei bilanci. Tali punti sono propedeutici e necessari per traghettare l’Università Agraria fino all’indizione di nuove elezioni. Elezioni che abbiano requisiti di legittimità. Ora presidente Tosoni siamo nelle sue mani».

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS