Pubblicato il

«Si riattivi la stazione ferroviaria di Furbara»

«Si riattivi la stazione ferroviaria di Furbara»

CERVETERI – Proposta una petizione popolare per far riattivare la stazione ferroviaria di Furbara, non più attiva. È il coordinatore locale della Lega a farsi avanti su un progetto ambizioso. «Stiamo raccogliendo le firme – spiega Roberto ...

Condividi

CERVETERI – Proposta una petizione popolare per far riattivare la stazione ferroviaria di Furbara, non più attiva. È il coordinatore locale della Lega a farsi avanti su un progetto ambizioso. «Stiamo raccogliendo le firme – spiega Roberto Menasci – e l’idea non è solo dei cittadini del nord del comune di Cerveteri, ma anche da Manziana sono interessati perché la linea che passa sulla Cassia non arriva a Termini». Uno scalo costruito alla fine dell’ottocento, trasformato in posto di blocco durante la Seconda guerra mondiale, dove approdò Benito Mussolini nel 1927 (e ci sono molte testimonianze a riguardo) in occasione della visita al vicino aeroporto militare.

Questa stazione fu chiusa più di 20 anni fa dalle Ferrovie dello stato per via della scarsa presenza di viaggiatori. A giocare in favore della raccolta firme potrebbe essere il numero dei residenti cresciuto nella zona fino a superare 3mila persone tra Cerenova, Campo di Mare, Sasso, Due Casette e anche Manziana. In più consentirebbe un accesso rapido a Roma o Civitavecchia al personale dell’aeroporto, nuovamente operativo, che oggi si sposta esclusivamente con vetture private. Per Menasci è un «luogo simbolo del territorio tirrenico e locale», che nel corso della sua storia è stato di forte interesse «sia in ambito civile come stazione ferroviaria, scalo merci e militare».

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS