Pubblicato il

Lega: «Un sindaco o una sindaca con un forte sostegno popolare»

Lega: «Un sindaco o una sindaca con un forte sostegno popolare»

Il coordinatore locale Roberto Benedetti traccia gli obiettivi dopo una prima consultazione con i vertici del partito di Salvini

Condividi

TARQUINIA – Amministrative 2024, proseguono le consultazioni a Tarquinia in vista delle candidature a sindaco. La Lega per voce di Roberto Benedetti annuncia di essere al lavoro sulla squadra da mettere in campo alle prossime elezioni amministrative di giugno per il rinnovo del consiglio comunale di Tarquinia.

Lunedì si è svolta una prima riunione con il coordinatore provinciale Andrea Micci, il vice coordinatore e sindaco di Tuscania, Fabio Bartolacci, esponenti del territorio e il gruppo locale coordinato dallo stesso Roberto Benedetti. «Nel 2018 – spiega – la Lega a Tarquinia si affermò come primo partito: è da questa fiducia che ci hanno accordato che vogliamo ripartire, iniziando con la proposta di una squadra fatta di persone competenti e affidabili che possono rappresentare al meglio il futuro di questa città, ma che è anche in grado di esprimere un candidato sindaco all’altezza dell’importante sfida che andiamo ad affrontare».

«Una partita che il centrodestra, facendo le scelte giuste, può vincere fin dal primo turno – aggiunge Benedetti – Il gruppo che si è formato in questi anni ha saputo lavorare con fermezza e coerenza, cercando di apportare un contributo incisivo e innovativo a questa città, anche e soprattutto nei momenti difficili, senza perdere mai quel contatto diretto con i cittadini e con le istituzioni. Intorno a questa attività si è formata una fitta rete di relazioni con tanti cittadini, ma soprattutto con numerose persone con tanta voglia di fare». Quindi la scelta del sindaco: «Nel futuro di Tarquinia dovrà esserci un sindaco o una sindaca che possa vantare un forte sostegno popolare e che sappia mantenere un rapporto diretto con i cittadini – sottolinea Roberto Benedetti – Pensiamo a un modello di città che dialoghi in modo trasversale, che si affermi nel panorama internazionale con quel ruolo e quel peso che le attribuisce il riconoscimento di sito Unesco. Una città d’arte nel mondo». «Come Lega – conclude il coordinatore locale – crediamo di aver intrapreso la costruzione di un progetto vincente sul quale siamo pronti a dialogare con altri partiti e con le forze civiche che condividano con noi la visione di una città che sappia ritrovare l’entusiasmo nel progettare un grande futuro».

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS