Pubblicato il

Un carro dedicato ad Harry Potter

Un carro dedicato ad Harry Potter

L’associazione musicale “Giuseppe Verdi” di Tolfa impegnata anche in vista del carnevale

Condividi

TOLFA – Mentre continuano i corsi della scuola di musica, le prove della banda e delle altri componenti musicali l’associazione musicale ”Giuseppe Verdi” di Tolfa è anche alle prese con l’organizzazione del carro allegorico. Il prossimo 11 febbraio a Tolfa si terrà la sfilata dei carri allegorici e la Verdi parteciperà presentando il carro dedicato al maghetto più famoso, ossia Harry Potter. Intanto la presidente Erika Podestà traccia il positivissimo anno sociale che si è da poco concluso.

“Bandisticamente parlando è stato l’anno de “Il bosco” con il grande Maestro Santoloci, un concerto impegnativo, a cui non eravamo abituati, ma che ha riscontrato grande entusiasmo sia da noi che da pubblico – racconta la presidente della Verdi, Erika Podestà – è stato l’anno dell’udienza papale, l’anno in cui si è tornati del tutto alla normalità ed abbiamo ripreso con i raduni bandistici, momenti molto belli per le bande, sia per confronti che per nuove conoscenze musicali. Nel 2023 la Banda è stata molto attiva nei momenti di vita del paese: abbiamo partecipato al Carnevale, a tutti i momenti più importanti del paese”.

L’anno che si è concluso è stato quello delle 30 candeline della Festa della Musica promossa dalla Verdi. La banda poi è stata impegnata in mille iniziative in collaborazione con il.comune e le realtà locali.

“Sono stati, poi, portati avanti i progetti ormai ultra decennali all’interno delle scuole – prosegue ancora la presidente della Verdi, Erika Podestà – la Banda è tornata a fare il concerto in piazza e tanti tanti altri eventi a cui abbiamo partecipato. Ma non sono mancati pranzi, cene e vacanze a rallegrare il tutto. La banda è come una grande famiglia, farne parte è una bellissima cosa e una bella tradizione che deve essere portata avanti con entusiasmo”.

Per quanto riguarda la Scuola di Musica la presidente Podestà sottolinea: “Tutto procede a gonfie vele, ci sono allievi dai 2 anni fino ai 60, che vogliono entrare nel mondo musicale, entrare in banda o solo saper leggere la musica e suonare uno strumento. All’interno della scuola di musica sono stati creati dei quartetti, duetti e trii di fiati.

Sono nati gli ”AARF”, un gruppo di giovani allievi che suonano chiatarre elettriche, bassi, percussioni e cantano. Per quanto riguarda il 2024 la presidente Podestà spiega ancora: “Non abbiamo ancora fatto grandi progetti sinceramente.

Sicuramente porteremo avanti tutti i progetti che abbiamo già intrapreso, parteciperemo al Carnevale con grande entusiasmo e a tutti gli eventi più celebri del paese. Abbiamo in progetto la festa della musica, quest’anno con alcuni cambiamenti. Per mano con la musica sarà portato avanti. Abbiamo in programma un concerto in Vaticano, raduni bandistici e trasferte all’estero”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS