Pubblicato il

Comal Civitavecchia Volley Academy, ora o mai più

Comal Civitavecchia Volley Academy, ora o mai più

Il giorno tanto atteso è finalmente arrivato. Domani alle ore 18.30 alla palestra dell’istituto Marconi non ci sarà un posto libero per seguire il big match che attende la Comal Civitavecchia Volley Academy, che affronterà la Lazio ...

Condividi

Il giorno tanto atteso è finalmente arrivato. Domani alle ore 18.30 alla palestra dell’istituto Marconi non ci sarà un posto libero per seguire il big match che attende la Comal Civitavecchia Volley Academy, che affronterà la Lazio nell’ultima giornata di andata di serie C. Le aquilotte hanno vinto tutte le partite disputate finora e conducono la classifica con tre punti di vantaggio sul gruppo di Alessio Pignatelli, che ha steccato solo in due occasioni, perdendo al quinto set sul campo di Sabaudia e vincendo una gara al tie break. Per il resto tutte vittorie, ma non è bastato per stare sulle orme delle dirette concorrenti, una corazzata costruita per andare dritta alla conquista della serie B2. Dopo il facile successo di Castel Gandolfo, le arancionere si sono potute allenare al meglio, giungendo quindi all’incontro topico del girone con la massima fiducia. Parliamo di incontro topico, quasi decisivo, semplicemente perché, come detto, sono due squadre che hanno arato quasi tutte le formazioni del girone, quindi difficilmente avranno tanti intoppi nel girone di ritorno. Va da sé che diventa vitale imporsi in uno scontro diretto. Per quanto riguarda la formazione, fortemente in dubbio Camilli per un’infiammazione sulla spalla. E poi c’è un’altra situazione da valutare.

«È un match importante – afferma capitan Veronica Guidozzi – ma lo è come tutte le altre gare. Per gli obiettivi che ci siamo prefissati è sicuramente fondamentale vincere ogni incontro. La viviamo come facciamo ogni sabato. Speriamo di averla preparata al meglio. Non sarà una partita decisiva, siamo ancora all’ultima giornata del girone d’andata, per cui sarà ancora tutto il ritorno e sappiamo bene che può succedere di tutto e l’abbiamo provato sulla nostra pelle. Non dovremo sorridere troppo in caso di vittoria, ma neanche flagellarci se dovessimo perdere. La Lazio è una squadra molto forte, ma alla nostra portata. Siamo prima e seconda, a far capire il nostro di questi due gruppi, che guideranno il girone fino alla fine. È un test importante per noi per capire a che livello siamo». Veronica Guidozzi si è infortunata al metatarso quasi due mesi fa. Ha passato queste settimane con il pensiero e la speranza di recuperare in tempo proprio per questa partita. Alla fine il capitano ce la farà? «Non posso ancora dirlo – spiega l’esperto centrale – mi aspettavo che la cosa fosse molto meno impegnativa. Purtroppo è stato un infortunio molto importante, che ci ha portato via parecchio tempo. Fa parte del gioco. Aspettiamo di vedere e valutare nel migliore dei modi se è il caso di forzare o meno, oppure aspettare qualche settimana per rientrare al massimo della forma».

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS