Pubblicato il

Intelligenza artificiale, se ne parla oggi pomeriggio a Tarquinia in via Mazzini

TARQUINIA - Intelligenza artificiale, se ne parla questo pomeriggio alle ore 17 presso la sede dell’associazione Demos 23, in via Mazzini 24. Dopo i saluti del presidente di Demos 23 Angelo Centini, ad intervenire saranno il cantante “Piotta”, ...

Condividi

TARQUINIA – Intelligenza artificiale, se ne parla questo pomeriggio alle ore 17 presso la sede dell’associazione Demos 23, in via Mazzini 24. Dopo i saluti del presidente di Demos 23 Angelo Centini, ad intervenire saranno il cantante “Piotta”, Giuseppe Leoni ed Ennio Spadini. Modera Giancarlo Cruciani, medico specialista ospedaliero, reggente dell’istituto di Patafisica romanense, membro della Fondazione Pata di Torino e ideatore del Laboratorio sperimentale di musica le Officine Dada e del movimento “Il significante rurale”. Bau Bau è il titolo del nuovo singolo di Piotta, disponibile sulle piattaforme digitali. L’artista romano si è chiesto cosa sarebbe successo nel realizzare un duetto con sé stesso grazie all’Intelligenza artificiale, così è nato Bau Bau, brano dal beat electro, dove la linea vocale è stata sviluppata da un mix di voce reale e voci sintetiche rielaborate dai software di AI. Il testo sarcastico e provocatorio si interroga sull’affermarsi di queste tecnologie tra implicazioni artistiche, lavorative e morali. Dalla registrazione al mix, fino al master, Piotta ha voluto sperimentare anche in questi passaggi gli algoritmi dell’AI applicati a tutto il percorso produttivo del brano, anche per copertina e videoclip. Per quest’ultimo, infatti, si è avvalso di tecniche visual effect e prompt designing, dove sono stati rimontati alcuni suoi video storici. Il risultato è un playback, dove il labiale è in synch con il nuovo brano, ma in una continua trasformazione della sua immagine, da reale ad artificiale. L’ingresso è libero. Le professeur Ennio Spadini, artista e medico ortopedico universitario, esercita a Roma e come pittore ha esposto in gallerie e mostre collettive internazionali e recentemente a Miami, mentre nel campo specialistico, con la sua compagna Chiara ha inventato una applicazione che può trasformare un segnale chimico in suono per poi essere interpretarlo in chiave diagnostica tutt’ora utilizzato in diverse strutture cliniche.


Condividi

ULTIME NEWS