Pubblicato il

Nc a caccia del pokerissimo contro gli Osimo Pirates

Nc a caccia del pokerissimo contro gli Osimo Pirates

Il marcatore Marco Muneroni: «La concentrazione sarà un’arma fondamentale»

Condividi

La Nc Civitavecchia va a caccia del pokerissimo. Ancora un impegno casalingo per i rossocelesti, che domani alle ore 17 ospiteranno al PalaGalli gli Osimo Pirates nel quadro della quinta giornata di serie B. Occasione importante per la formazione allenata da Aurelio Baffetti di ribadire il concetto, ovvero quello di disputare un’annata da protagonista e di centrare l’accesso ai playoff che, ricordiamo, sarà in tasca delle prime quattro classificate del girone 2. Però, dando uno sguardo alle statistiche emerse nel primo scorcio di campionato, si può chiaramente capire come il Civitavecchia possa stare nella fascia delle migliori del lotto, avendo vinto partite importanti ed avendolo fatto con punteggi evidenti nei distacchi. Si può andare a dire, almeno fino ad oggi, che l’obiettivo di Romiti e compagni potrebbe essere quello di ottenere addirittura il primo posto, sicuramente un messaggio importante sulla strada del possibile ritorno immediato in serie A2. A parole viene tutto facile, ma bisognerà dimostrare questo aspetto nelle vasche del centro Italia e della Liguria, mentre in caso di accesso agli spareggi promozione, toccherà andare in Lombardia e in Emilia, molto probabilmente.

«La concentrazione sarà un’arma fondamentale – commenta il marcatore Marco Muneroni – forse la prima arma, siamo in un girone nuovo con squadre che non abbiamo mai incontrato e di cui non sappiamo nulla, a parte i pochi video che abbiamo visto. La base sarà quella di scendere in vasca concentrati, così come abbiamo già fatto. Speriamo di ripetere ciò anche questo sabato».

Gli Osimo Pirates sono una squadra che spicca per la sua unità di squadra. Non ci sono elementi sopra la media, ma tanti giocatori che sono pronti a partire con il ruolo di titolare. Non parliamo di un gruppo particolarmente tecnico, ma che comunque ha voglia di migliorarsi, partendo da una semplice salvezza per poi puntare, eventualmente, a qualcosa di più, come dimostra il secondo posto in classifica a quota 9, tre lunghezze dietro la capolista del girone, che è proprio la Nc. I marchigiani arrivano da una vittoria super ad Ancona, che ospita le gare interne, contro l’Aragno, che ha un costrutto di squadra superiore nei nomi. Dopo essere stati a lungo sotto durante l’incontro, i pirati hanno cambiato il volto della gara nell’ultimo minuto della sfida, pareggiando con un fendente a incrociare di Santarelli e trovando il gol vittoria con il pescarese Di Nardo. «Siamo in vetta – riprende Muneroni – il campionato sarà davvero lunghissimo. Siamo solo all’inizio di questa nuova avventura e non ci adageremo assolutamente. Anzi, dobbiamo, partita dopo partita, fare sempre di più per meritarci questo primo posto. Abbiamo dimostrato che possiamo stare in vetta, ma c’è ancora tantissimo da fare». Marco Muneroni è tornato a giocare in rossoceleste dopo una pausa delle vasche, anche per motivi di lavoro, e un anno lontano dalla società massima esponente nella pallanuoto maschile. «Sono rientrato dopo l’esperienza alla Centumcellae – conclude Marco Muneroni – che per me è stata assolutamente positiva, a parte il brutto infortunio che non mi ha concesso di essere sempre in vasca, visto che ho disputato solamente tre partite. Sono tornato perché in estate mi ha chiamato la Nc e per me la Nc è casa, quindi non esitato a rientrare alla base. Gli allenamenti sono stati duri, siamo scesi in vasca anche in qualche giorno “rosso”, la preparazione è stata ottima e di alto livello, cosa che si è notata anche durante la parte, in quanto nel terzo tempo, spesso siamo venuti fuori. Speriamo di continuare così».

Per dirigere questa partita è stato designato l’arbitro Angelo Renzuto Iodice di Cagliari.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS