Pubblicato il

Contrada Ghetto, Mario Vela é tornato a vestire i colori giallorossi

Contrada Ghetto, Mario Vela é tornato a vestire i colori giallorossi

Un 2024 all'insegna di importanti novità, il presidente Giovanni Superchi traccia il futuro segnato da cambiamenti e ripercorre le tappe del 2023

Condividi

ALLUMIERE – Un 2024 all’insegna di importanti novitá per la Contrada Ghetto, fra cui la più importante è che il fantino Mario Vela è tornato a vestire i colori giallorossi; sono in arrivo però buone nuove per il settore degli Sbandieratori; nella sartoria si lavora intensamente per mantenere alto e migliorare sempre di più il Corteo Storico. “Per la Contrada Ghetto l’anno appena concluso è stato caratterizzato da una serie di alti e bassi – spiega il presidente Giovanni Superchi, il quale ripercorre il 2023 ricordano i momenti belli e quelli meno belli vissuto dai contradaioli giallorossi – se da un lato la “Sagra del Cinghiale” ci ha dato enormi soddisfazioni, lo stesso non si può dire per l’esito del “Palio delle Contrade”, nonostante l’impegno profuso dai contradaioli nell’ambito degli Sbandieratori, del Corteo storico e, soprattutto, della Scuderia”. In casa Ghetto la vera forza é il gruppo: dai più piccoli ai grandi sono tutti una grande famiglia che si sta allargando. In vista del Palio delle Contrade, che si disputerà ad agosto, fra i giallorossi sono partite le grandi manovre per questo nuovo anno: con l’obiettivo di migliorare i risultati i giallorossi stanno mettendo in atto tante novità importanti, prima fra tutte quella riguardante la scuderia. “Per il 2024 abbiamo improntato alcuni cambiamenti – prosegue il presidente Giovanni Superchi – quello più grande riguarda proprio la Scuderia, che ha visto il ritorno del fantino Mario Vela e del suo seguito”. Il presidente Superchi e il direttivo hanno poi in programma anche un importante investimento per il settore Sbandieratori: “Sperando che – continua il presidente Superchi – oltre ad agevolare i ragazzi da un punto di vista tecnico, possa essere fonte di ulteriore motivazione e incoraggiamento”. Un’eccellenza dei contradaioli giallorossi è di sicuro il Corteo Storico che ha raggiunto livelli altissimi negli ultimi anni: tutto è curato nei minimi particolari e dietro c’è un immenso lavoro di ricerca dei responsabili del corteo storico e delle sarte che sono veramente bravissime. “Le vittorie del 2019-2022 sono state conferma dei grandi livelli raggiunti; pertanto, confidiamo che i responsabili riusciranno a non deludere le aspettative nemmeno per la prossima edizione”. Per il 2024 la Contrada Ghetto oltre al Palio sta organizzando alcuni eventi imperdibili: “Ci sono, infatti, alcuni appuntamenti da noi promossi da segnalare: oltre a quello oramai d’obbligo con la “Sagra del Cinghiale”, dal 5 al 7 luglio 2024, la nostra Contrada è alle prese con i preparativi di un evento prossimo, ovvero una festa per il periodo di Carnevale, per far sì che lo splendido gruppo che si è creato resti unito anche nel corso dell’anno all’insegna del divertimento”. Il presidente Superchi poi ci tiene a ringraziare “tutti i membri del direttivo e tutti i contradaioli che collaborano in vario modo”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS