Pubblicato il

Lanciano limoni dal Belvedere: “pizzicati” dalle telecamere

Lanciano limoni dal Belvedere: “pizzicati” dalle telecamere

Si tratta di sei ragazzi e una ragazza, provenienti tutti da Cerveteri e Ladispoli

Condividi

CERVETERI – Si “dilettavano” a lanciare limoni dalla Rocca sulla strada sottostante. Protagonisti di quello che il sindaco definisce «un gesto stupido e sconsiderato» sono sei ragazzi e una ragazza tutti provenienti da Cerveteri e Ladispoli. Ad immortalarli, le telecamere di videosorveglianza posizionate alla Rocca Antica del Belvedere.

All’arrivo della pattuglia di Polizia Locale, tutti i ragazzi sono stati identificati. Il caso era già da giorni sotto i riflettori delle forze dell’ordine ed in particolar modo dei carabinieri, che avevano ricevuto segnalazioni e denunce per il furto di limoni e il lancio dalla Rocca. La posizione dei ragazzi è ora al vaglio delle autorità competenti in materia. «Non è purtroppo la prima volta che accadono degli episodi simili – ha detto il sindaco Gubetti – nell’ultima occasione, uno dei limoni ha centrato in pieno un mezzo del trasporto pubblico locale che transitava proprio in quel momento. Solamente per una casualità non si sono verificate conseguenze drammatiche: avrebbe potuto rompersi un vetro o restare colpito un motociclista e la situazione sarebbe potuta diventare ben più grave». «Ai ragazzi autori del gesto e ai loro genitori voglio lanciare un appello, come sindaco e come madre mi rivolgo a tutti – ha aggiunto – questa non è una bravata, ma un gesto grave e irresponsabile. Il reato di cui si sono macchiati questi ragazzi è gravissimo: qualsiasi oggetto lanciato da un’altezza come quella del Belvedere è potenzialmente mortale qualora centrasse un passante o un veicolo. È stata messa seriamente in pericolo la vita delle persone: sono gesti gravissimi che condanno con forza e che oltre a poter avere conseguenze irrimediabili sui passanti avrebbe rovinato per sempre anche la vita di questi ragazzi. Mi auguro dunque che questo possa servire loro da lezione e possa rappresentare un monito per tutti».


Condividi

ULTIME NEWS