Pubblicato il

Il coro Purple Gospel Choir continua ad emozionare

Il coro Purple Gospel Choir continua ad emozionare

TOLFA – Emozioni allo stato puro domenica a Tolfa grazie agli eccezionali componenti del Purple Gospel Choir diretti dell'esperto e bravissimo maestro Timothy Martin. Ancora una volta il Purple Gospel Choir ha fatto fare un pieno di spiritualità ...

Condividi

TOLFA – Emozioni allo stato puro domenica a Tolfa grazie agli eccezionali componenti del Purple Gospel Choir diretti dell’esperto e bravissimo maestro Timothy Martin. Ancora una volta il Purple Gospel Choir ha fatto fare un pieno di spiritualità e un caleidoscopio di emozioni. Domenica 21, nella cornice del santuario di Santa Maria della Sughera, sono risuonate le ugole viola con brani come “Ride on King Jesus”, “Halleluja”, “Order my steps”, “The Name” e “Wade in the water”.

Il momento clou è stato sicuramente il finale decisamente più vivace con il “Medley Gospel” arrangiato dal sempre formidabile Timothy Martin che ha guidato come al solito i coristi in una riuscitissima performance. Eccellente anche la performance al piano del maestro Andrea D’Ammassa, il quale ormai da diversi mesi fa parte della famiglia Purple. Sentiti i ringraziamenti finali del sacerdote Don Martin che ha invitato il coro “A presenziare ogni qual volta sia possibile alle messe perché la preghiera e il canto possano arrivare dritte al cielo e ai cuori”. Ringraziamenti e complimenti al Purple Gospel Choir da parte dell’associazione di Sant’Antonio Abate che ha organizzato le festività del weekend e invitato il coro alla messa. “E’ sempre emozionante animare una messa – dichiara la presidente del Purple Gospel Choir, Maria Eugenia Grassi – il gospel è musica sacra, quindi non può che trovare il suo habitat naturale durante la celebrazione di un sacramento. Che la nostra musica possa aiutare ad elevare la preghiera della nostra comunità”. Molti i complimenti dei presenti, alcuni giunti anche dalle cittadine limitrofe che hanno speso splendide parole anche sui social. Tutti hanno aspettato la fine della celebrazione per battere le mani a ritmo di musica e salutare coristi e maestri, orgoglio del paese.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS