Pubblicato il

Approdo barche: nascerà un comitato

Approdo barche: nascerà un comitato

Tidei ha annunciato la costituzione di un tavolo tecnico: «Ci sarà tutto il tempo per arrivare ad una soluzione condivisa»

Condividi

SANTA MARINELLA – Nel corso di una riunione, a cui hanno partecipato due gruppi contrapposti e cioè i favorevoli e i contrari alla nascita di un approdo di barche in località Grottini, il sindaco Tidei ha promesso che verrà costituito un comitato d’esamina, composto da un tecnico comunale rappresentanti dell’associazione che ha espresso totale contrarietà alla nascita di un punto di ormeggio, e l’associazione di diportisti favorevole invece alla nascita di un piccolo approdo.

All’incontro, oltre al sindaco, era presente il presidente del consiglio comunale e delegato alle attività produttive Emanuele Minghella, a cui i rappresentanti di residenti e di villeggianti di Santa Severa, hanno chiesto di rivedere la possibile realizzazione di un approdo che avrebbe compromesso la fruibilità e la balneabilità di uno dei tratti più belli del litorale della frazione. Il sindaco ha anche ascoltato le istanze dei diportisti e si è soffermato sulla necessità di creare un punto d’ormeggio per le imbarcazioni che in grande maggioranza, già si trovano a Santa Severa e occupano le spiagge.

“Si tratta al momento di un progetto che è solo una lla sua fase iniziale – ha spiegato il sindaco – lo scorso anno avevamo ricevuto da una associazione composta da quasi cento diportisti, la proposta finalizzata alla nascita di un punto di ormeggio. Una proposta che abbiamo inserito nel Pua adottato, ripeto, in via preliminare e che pertanto potrà essere d’ora in poi oggetto di osservazione e essere anche totalmente modificata o eliminata in fase di approvazione definitiva del Pua. Inoltre, va detto che anche il punto di approdo prima di poter essere realizzato dovrà essere sottoposto come tutte le infrastrutture presenti nel Pua a valutazione strategica. Seguiremo l’iter amministrativo e autorizzativo in tutte le sue fasi, già sapendo che potranno passare mesi, se non anni. Dunque ci sarà tutto il tempo per arrivare ad una soluzione ampiamente condivisa. Dello stesso parere anche il presidente del consiglio Minghella. “Valuteremo tutte le ipotesi anche relative alla scelta di un nuovo sito e sarà scelta la proposta progettuale che sia in grado di tutelare al meglio l’ambiente e l’ecosistema marino. Cercheremo anche di dare le giuste risposte ai diportisti, ben sapendo che il turismo legato alla nautica è un settore in crescita e in grado di dare nuove opportunità di sviluppo economico al territorio”.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS