Pubblicato il

Differenziata: Tuscia provincia più virtuosa del Lazio

Differenziata: Tuscia provincia più virtuosa del Lazio

Premiati i Comuni ricicloni, ben 46 su un totale di 60. Nepi al primo posto con l'84,24% di raccolta

Condividi

La Tuscia si conferma, per il terzo anno consecutivo, la provincia più virtuosa del Lazio in materia di raccolta differenziata, con una media del 64,4%.

Seguono Frosinone con una percentuale del 61,7, Latina con il 60,9, Rieti con il 57,6% e infine Roma con il 52,1.

E’ quanto emerso dai dati, relativi al 2022, dell’ottavo rapporto Ecoforum Lazio di Legambiente illustrati ieri a Viterbo presso lo spazio di Lazio Innova a Valle Faul.

Appuntamento in cui sono stati anche premiati 86 Comuni ricicloni tra Rieti e Viterbo, quelli cioè con una raccolta differenziata superiore al 65%, e nella nostra provincia spiccano ben 46 paesi su 60. Un trend in crescita costante nel Viterbese, che dai 18 ‘ricicloni’ del 2017 è passato ai 46 rilevati nel 2022.

E nella top ten dei Comuni laziali medi, in termini di abitanti, sei posizioni sono occupate da località della Tuscia. Sul podio Nepi con l’84,24% di raccolta differenziata, al quarto posto Vetralla, poi dal settimo al decimo: Vitorchiano, Capranica, Canino e Acquapendente.

Alta la presenza anche nella classifica dei primi 10 piccoli Comuni con Oriolo Romano che si piazza in terza posizione. In graduatoria poi Bolsena, Capodimonte e Corchiano.

«Con questo terzo appuntamento provinciale, – ha dichiarato Roberto Scacchi, presidente di Legambiente Lazio – continuiamo a stare sui territori per premiare le realtà virtuose nelle provincie di Rieti e Viterbo. Amministrazioni, cittadinanze e operatori del servizio che mettono in pratica le buone pratiche della raccolta, raggiungendo ottimi risultati. Queste province stanno continuando il percorso virtuoso di crescita e miglioramento nella raccolta differenziata».

Scacchi ha poi rimarcato che «servono ora gli impianti necessari alla trasformazione dei rifiuti in materia prima seconda, a partire dai biodigestori per generare compost e biometano dagli scarti organici che rappresentano quasi la metà dei materiali differenziati».

Sotto la media complessiva del 64,4% il Comune capoluogo. Secondo i dati 2022 di Arpa Lazio, la percentuale di raccolta differenziata a Viterbo si ferma al 55,59.

Novità di questa ottava edizione i premi Ecoforum ai Comuni rifiuti free. Anche in questa categoria la Tuscia risulta la più virtuosa, con 9 paesi Rifiuti free contro i 6 nella provincia di Frosinone, i 2 di Latina e i 5 della provincia romana e i 5 di Rieti.

Tra i partecipanti all’appuntamento viterbese, oltre ai responsabili di Legambiente Lazio, anche gli amministratori dei Comuni premiati e l’assessore allo Sviluppo economico locale, Silvio Franco.


Condividi

ULTIME NEWS