Pubblicato il

Luca Ciaccia saracinesca biancorossa

Luca Ciaccia saracinesca biancorossa

Il portiere classe ’96: «Una bella società che non ci mette pressione; avanti con questo spirito»

Condividi

Con soli 13 gol subìti il Tolfa dopo 19 partite vanta la migliore difesa del campionato Promozione girone A, artefici di questo obiettivo raggiunto gli ottimi difensori e la saracinesca biancorossa Luca Ciaccia il cui innato talento sta crescendo nel Tolfa grazie anche al suo preparatore dei portieri Danilo Borriello, un ex portiere che ha scritto eccezionali pagine di calcio.

Ciaccia è un portiere classe ’96; ha iniziato a giocare a Ladispoli, poi ha giocato in Toscana, come ad esempio nel Manciano.

Prima di arrivare a settembre scorso a Tolfa ha giocato nel Carbognano. Per questo eccellente portiere è il suo primo anno in Promozione e lo sta facendo con risultati sopra le aspettative. A portare questo talento in maglia biancorossa è stato il ds Marcello Smacchia che ha la vista lunga in fatto di talenti.

Felice di giocare in collina si è detto Luca Ciaccia: «Qui sto benissimo. La cosa bella che qui nel Tolfa ho incontrato il difensore centrale Salvato, con cui giocavo quando ero piccolo: è stato bello rincontrarlo su un campo di pallone. Ci conosciamo da una vita e in campo insieme è tutto più bello e facile: basta uno sguardo per capirci. Arrivare a Tolfa è stata una sorpresa: dovevo firmare da altre parti invece il ds Smacchia mi ha convinto e sono venuto: meno male che l’ho fatto. La prima cosa che mi viene in mente di Tolfa è tutto il meraviglioso pubblico che ci sostiene ogni volta: un pubblico così numeroso e caloroso è raro trovarlo in Promozione e davvero pochissime squadre nel Lazio hanno sostenitori così».

Ciaccia poi sottolinea: «Quando ho detto sì l’ho fatto proprio per il pubblico perché qui non conoscevo nessuno. Il Tolfa è una bellissima società che non ci mette mai pressioni: ci mettono a nostro agio su tutto. Ci avevano chiesto a inizio campionato una salvezza tranquilla, invece stiamo dando e ottenendo di più. Mi trovo benissimo con il super Danilo Borriello che mi sta trasmettendo tutto quello che lui ha ricevuto e sa. Mi trovo molto bene anche con il secondo portiere Daniele Paniccia, che è una bravissima persona e un gran bel portiere. Ho ottimi rapporti con il presidente Vannicola e ho stima per lui. Mister Macaluso e gli altri tecnici sono dei professionisti in mezzo ai dilettanti e curano ogni dettaglio: loro secondo me sono di categorie più alte. La squadra ha tanti giovani molto forti e noi più grandi proviamo a trasmettere loro alcune cose importanti: tanti sono piccoli solo all’anagrafe, perché calcisticamente sono già grandi. Siamo uniti ed è sempre bello incontrarci per allenarci e preparare le sfide. Tolfa per me è una piazza incredibile e riesce a tirare fuori il meglio da ogni giocatore. Per quanto mi riguarda sono in un buon periodo di forma con la continuità che metto in allenamento cerco sempre di migliorarmi e di dare un consiglio ai più giovani. Non so dove potremmo arrivare, ma per come siamo partiti cerchiamo ogni volta di fare un piccolo miracolo. Essendo molto umile ritengo che il merito della miglior difesa sia dei due centrali di difesa Roccisano e Salvato: loro, secondo me, sono i migliori nella categoria. È il primo anno che faccio in Promozione. Fino a dicembre dello scorso anno giocavo in seconda categoria, sapevo che ero un po’ sprecato, ma non ho mai cercato di fare la categoria più alta. Quest’anno mi ha contattato il Tolfa e per fortuna ho accettato: questa è una piazza eccezionale e ho dei preparatori incredibili e Boriello è un grande esempio: nel Lazio tra Promozione e Eccellenza lui è veramente uno dei più forti portieri che ci sono stati e, quindi, è una gioia e un onore essere preparato da lui. Che dire dei nostri tecnici? Sono veramente in gamba e molto preparati e con loro c’è molta empatia. Per quanto riguarda i giovani va fatto un discorso a parte perché non pensavo fossero così bravi. Qui a Tolfa sapevo che i ragazzi più giovani erano bravi, ma non così! Stanno dimostrando grandi capacità e alcuni non sarebbero di questa categoria e sono certo che nei prossimi anni saranno protagonisti in categorie più alte. Eccellenti anche i senior e il gruppo è veramente coeso. Se andiamo avanti con questo spirito sicuramente nel prosieguo del campionato sarà tutto più facile».

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS