Pubblicato il

Campo dell’Oro, case popolari senza riscaldamenti

Campo dell’Oro, case popolari senza riscaldamenti

CIVITAVECCHIA – Al freddo e al gelo. Solo che non si sta parlando della grotta di Gesù Bambino, bensì di un palazzo Ater di Campo dell’Oro. Lo stabile è quello alla fine di via Alcide de Gasperi, che già un paio di anni fa aveva avuto lo ...

Condividi

CIVITAVECCHIA – Al freddo e al gelo. Solo che non si sta parlando della grotta di Gesù Bambino, bensì di un palazzo Ater di Campo dell’Oro.

Lo stabile è quello alla fine di via Alcide de Gasperi, che già un paio di anni fa aveva avuto lo stesso problema, ovvero i riscaldamenti non funzionanti per gran parte dell’inverno. E la cosa si sta ripetendo anche adesso, con i residenti che sono stati costretti a trascorrere tutte le festività natalizie al freddo e al gelo, appunto.

«Abbiamo provato a contattare l’Ater – dicono alcuni dei residenti che lamentano il disservizio – ma non ci hanno nemmeno degnato di una risposta, non ci ricevono. Abbiamo contattato anche l’amministratrice di condomino, che però dice che ci sono degli inadempienti nei pagamenti della quota condominiale. E allora? Se c’è qualcuno che non paga dobbiamo rimetterci tutti? Tra l’altro l’amministrazione di condominio ci aveva anche chiesto una cifra piuttosto alta come anticipo per i riscaldamenti. Che anticipo dovremmo pagare se non vengono accesi da oltre un anno?».

L’Ater, da parte sua, scarica invece il problema sull’amministrazione del condominio. «Il problema è che ci sono dei proprietari di appartamenti che, a quanto ci risulta, non pagano – fanno sapere dall’ente – e noi non possiamo far nulla. Possiamo rispondere solo degli appartamenti di cui siamo proprietari e dove ci sono gli inquilini, ma non per gli altri».

Sta di fatto che quegli inquilini adesso possono solo sperare nell’arrivo anticipato della primavera. «Ci sono persone che hanno genitori molto anziani e malati in casa – riprendono i residenti – e che certo non possono stare al freddo. Tra l’altro anche l’acqua calda non viene di notte. Ci sono giorni in cui ti svegli la mattina all’alba e si è costretti a lavarsi con l’acqua gelata. Ma si può? Nemmeno nel terzo mondo».


Condividi

ULTIME NEWS