Pubblicato il

Continua la marcia trionfale della Nc Civitavecchia: a Recco Rapallo sconfitto 10-6

Continua la marcia trionfale della Nc Civitavecchia: a Recco Rapallo sconfitto 10-6

Va avanti senza paura la marcia della Nc Civitavecchia nel campionato di serie B. I rossocelesti hanno violato la piscina di Punta Sant’Anna a Recco, vincendo per 10-6 contro il Rapallo, ottenendo così la sesta vittoria in sei partite. Tra i pali ...

Condividi

Va avanti senza paura la marcia della Nc Civitavecchia nel campionato di serie B. I rossocelesti hanno violato la piscina di Punta Sant’Anna a Recco, vincendo per 10-6 contro il Rapallo, ottenendo così la sesta vittoria in sei partite. Tra i pali mister Baffetti sceglie di inserire Serrentino e non Visciola. Il tecnico non può fare affidamento sul presidente Marco Pagliarini, bloccato dall’influenza. Dopo diversi minuti di studio, un fendente a incrociare di Carlucci sblocca il risultato. A inizio secondo tempo la reazione rapallina con il gol del pari, ma dall’altra parte Pagliarini beffa tutti a sorpresa per il 2-1. Romiti si conquista un rigore, trasformato da Carlucci, il quale è fondamentale con la sua botta che spedisce i rossocelesti sul 4-1. I gol di vantaggio sono tre anche quando Romiti di rabbia si trascina un avversario e poi scarica in rete, perché i padroni di casa avevano accorciato le distanze. Al cambio di metà vasca è 6-3 perché la flebile reazione del Rapallo si traduce in una rete, mentre i civitavecchiesi non sfruttano tante occasioni. A inizio terzo tempo entra Sansonetti, che dopo pochi attimi viene espulso definitivamente per uno scontro con un avversario. Il Rapallo accorcia a -1 e tre importanti parate di Serrentino evitano il pari. Ma alla fine i liguri riescono a pareggiare, con un Civitavecchia in ripiegamento. Nel momento più complicato un tiro al volo di Romiti fa 6-5. Carlucci fa +2 su rigore, col tap in di Romiti diventa +3. Le calottine bianche dilapidano una doppia superiorità numerica, poi segnano, ma il diagonale di Carlucci chiude l’incontro e subito dopo viene espulso per eccessiva esultanza. Marco Muneroni trova il massimo vantaggio e completa l’opera.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS