Pubblicato il

Isole di prossimità: 25 multe in 4 giorni

Isole di prossimità: 25 multe in 4 giorni

Aumentano del 32% in un anno le sanzioni della polizia locale su ambiente e rispetto del verde

Condividi

Rispetto dell’ambiente e decoro urbano, aumentano controlli e sanzioni. Dati alla mano, le sanzioni elevate dalla polizia locale nel 2023 sono cresciute del 32% rispetto a quelle dell’anno precedente. Si registra un +27% per quanto riguarda il controllo sui rifiuti (+11% per errato conferimento). In aumento le sanzioni riguardanti il mancato rispetto dell’ordinanza sulla cura del verde privato: da 7 del 2022 si è arrivati a 53 nel 2023.

«Nel 2023 sono aumentate del 32% le sanzioni della polizia locale rispetto all’anno precedente – spiega la sindaca Chiara Frontini – Abbiamo intensificato i controlli sugli errati conferimenti e gli abbandoni dei rifiuti, e ancora molto faremo, in questo 2024, con la creazione del gruppo di guardie ambientali e la messa in opera delle ecoisole intelligenti. Da 629 controlli nel 2022 siamo passati a 799 nel 2023, a parità di personale. Un grande sforzo che rende concreta la forte sensibilità che tutti possediamo verso il rispetto dell’ambiente e del decoro urbano».

A proposito di isole di prossimità: in soli quattro giorni di controlli sono state elevate 25 sanzioni per conferimenti errati, di cui 7 da parte di cittadini non residenti e 18 di cittadini serviti dal porta a porta.

«È una guerra quotidiana contro l’inciviltà che continueremo a combattere con determinazione sia dal punto di vista dell’educazione e delle azioni positive, sia del controllo e della repressione – aggiunge la sindaca – Grazie alle agenti del nucleo e a tutto il personale della polizia locale impegnato in questa cruciale attività, al settore ambiente e agli operatori di Viterbo Ambiente».

«I dati che stiamo pubblicando testimoniano l’impegno quotidiano e responsabile della polizia locale a difesa dell’ambiente – sottolinea il comandante Mauro Vinciotti – Il nostro lavoro si svolge sia all’interno dei centri abitati, per tutelare il decoro urbano contro quella minoranza di persone che sporca la città e non rispetta le regole sulla raccolta dei rifiuti, sia nelle campagne, a tutela della natura e delle bellezze paesaggistiche, contrastando le discariche abusive e l’incuria dei fondi. Siamo molto impegnati anche nella tutela degli animali, soprattutto quelli di affezione. Chiediamo la collaborazione di tutti i cittadini: l’ambiente e il decoro urbano sono beni comuni importantissimi e tutti dobbiamo fare la nostra parte rispettando le regole, altrimenti la nostra vigilanza da sola potrebbe non bastare».


Condividi

ULTIME NEWS