Pubblicato il

Università Agraria, Stella all’attacco

Università Agraria, Stella all’attacco

TARQUINIA - «Dopo un anno di slogan, dopo un anno di “va tutto bene e abbiamo salvato l'Agraria”, dopo un anno di ridicolaggini come fasce e doppie deleghe, dopo un anno di incapacità amministrativa con finale bruttissimo, dove il peggio della ...

Condividi

TARQUINIA – «Dopo un anno di slogan, dopo un anno di “va tutto bene e abbiamo salvato l’Agraria”, dopo un anno di ridicolaggini come fasce e doppie deleghe, dopo un anno di incapacità amministrativa con finale bruttissimo, dove il peggio della non politica l’ha fatta da padrona, dopo segretari cambiati e ricambiati, tecnici confermati, assunzioni effettuate senza bilancio approvato e tutto sempre caldeggiato dalla peggiore giustificazione – “ci sono debiti fatti dagli altri” -, anche se gli altri hanno sempre lavorato nel rispetto dei loro predecessori». Duro attacco del segretario provinciale Udc, Gino Stella, nei confronti dell’ex presidente dell’Università Agraria, Alberto Tosoni, del vice e del presidente del consiglio. «Caro ex presidente Tosoni – scrive in una nota Stella – quando poco più di un anno fa le dissi tante cose e mi confrontai per darle i consigli più disinteressati togliendo il mio partito a seguito delle sue risposte dalla coalizione suicida che stava creando… Ora mi darà ragione, forse! Quando le dicevo, e non solo io, che alleanze contro natura non si dovevano fare e lei mi rispose che sarebbe stato in grado di tenere buoni tutti… Ora i fatti mi danno ragione. Comunque la tragedia teatrale che é andata in scena questi giorni non porta solo il suo di nome, anzi, ora credo che sia ben chiaro anche ai suoi occhi che gli artefici di tutto sono stati i suoi colleghi: vicepresidente e presidente del consiglio. Per i quali, spero e mi auguro, che le porte di questo meraviglioso ente verranno chiuse definitivamente».

Stella prosegue senza mezzi termini: «Non la ringrazio perché si é dimesso, ma la ringrazio per aver avuto il buon senso e il coraggio in questo momento di non portare avanti ancora un tale carrozzone soprattutto in vista delle comunali. Non ultimo per gravità ma per tempistica “l’atto vergognoso del vicepresidente, mi dimetto almeno… Voglio ricordare caro ex amministratore che non può dimettersi da assessore e vice presidente, la revoca spetta al presidente, basta leggere l’art.23 dello Statuto. Pertanto è efficace la revoca, non le sue dimissioni. Ci si dimette da consigliere, al limite», conclude il segretario UdC Stella.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS