Pubblicato il

Il Rotary club incontra il governatore del Distretto 2080

Il Rotary club incontra il governatore del Distretto 2080

Il Rotary Club Viterbo ha accolto il governatore del Distretto 2080 Maria Carla Ciccioriccio, che ha raggiunto la città dei papi nel tradizionale incontro annuale con i soci. Un momento che permette al Governatore in carica di ascoltare i ...

Condividi

Il Rotary Club Viterbo ha accolto il governatore del Distretto 2080 Maria Carla Ciccioriccio, che ha raggiunto la città dei papi nel tradizionale incontro annuale con i soci.

Un momento che permette al Governatore in carica di ascoltare i rappresentanti del direttivo del Rotary di Viterbo per accogliere le loro istanze e conoscere meglio le iniziative organizzate per realizzare un’adeguata sinergia con gli altri club appartenenti al distretto.

Il presidente Angelo Landi, dopo i saluti di rito ai soci presenti, ha ringraziato innanzitutto il Governatore Ciccioriccio, accompagnata dal segretario Claudia De Felice e dall’assistente Giulio Mario Pizzoli, Elena Profili, presidente Rotaract, il professor Alvaro Marucci, Prorettore Vicario Unitus, la socia Rosa Maria Purchiaroni proveniente dal Rotary Club Roma Aniene e che presto farà parte per trasferimento del club viterbese e due nuovi amiche che, prossimamente, faranno ufficialmente ingresso al Club Silvia Somigli e Alessandra Landi.

«La visita del Governatore è il nostro momento più solenne – ha sottolineato Landi – occasione per rinnovare legami, condividere il nostro spirito e per valutare il lavoro svolto finora, dimostrando la nostra integrità di servizio e la capacità di essere uniti. Sono certo che il Governatore ci sosterrà nei nostri impegni, un club che raggiunge 70 anni di storia, con il sacrificio di tutti i presidenti che mi hanno preceduto. La presenza del professor Marucci testimonia l’impegno comune per la nascita dell’ottavo centro mondiale dell’Università della pace».

Parole apprezzate dal Governatore, che ha galvanizzato i presenti nel suo intervento: «Ho conosciuto volentieri i soci di un club pieno di energia e voglia di fare. Il Rotary è una buona ruota che gira in equilibrio tra tradizione e cambiamento, e con il loro adattamento onoriamo il nostro passato e costruiamo il futuro. Dobbiamo metterci in gioco per diventare persone e rotariani migliori. La nostra organizzazione va pensata senza confini, dando valore alle sinergie tra club ed istituzioni, seguendo le linee guida internazionali: continuità ai progetti migliori, prendendo le idee vincenti. Paul Harris diceva che il Rotary è un microcosmo di un mondo di pace che tutti dovrebbero seguire, servendo insieme in armonia; questo rende il nostro stare insieme piacevole e produttivo, abbracciando il concetto e lavorando possiamo trasformare il sogno in realtà, facendo progetti che rappresentano una speranza. Abbiamo deciso di prestare attenzione a chi sta in disparte, prima che la situazione degeneri– ha concluso annunciando la sua iniziativa annuale -. Per questo il Distretto Rotary 2080 supporta la “Casa Arca degli Esposti” del progetto Arca, attivissimo a Milano nell’aiuto dei senza dimora, un’attività che li reinserisce in società attraverso il lavoro. Questo protocollo ora è su Roma e il Ministro degli Interni ha concesso l’uso di un edificio sequestrato proprio in via degli Esposti. Le offerte raccolte nelle nostre visite servono a sistemare la struttura che andrà ad ospitare ben 12 persone. Siamo già in dirittura d’arrivo, il 23 febbraio avremo il taglio del nastro e poi i rotariani del distretto collaboreranno dando il proprio impegno professionale».

Un progetto concreto che anche Viterbo ha contribuito a realizzare e che sicuramente sarà attenzionato nell’immediato futuro da parte dei soci, concedendo il supporto sollecitato dal governatore.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS