Pubblicato il

M5S: «40.000 mq di attività commerciali aperte a tutti»

M5S: «40.000 mq di attività commerciali aperte a tutti»

CIVITAVECCHIA – Nel progetto di riqualificazione dell’area ex Italcementi sono previsti 40.000 mq di attività commerciali aperte a tutti. È quanto mette in evidenza il M5S, facendo riferimento a quanto riportato nella delibera di giunta ...

Condividi

CIVITAVECCHIA – Nel progetto di riqualificazione dell’area ex Italcementi sono previsti 40.000 mq di attività commerciali aperte a tutti. È quanto mette in evidenza il M5S, facendo riferimento a quanto riportato nella delibera di giunta approvata il 30 gennaio scorso, per prendere atto e approvare la Valutazione di fattibilità per la redazione delle disposizioni strutturali e degli indirizzi per la riqualificazione delle aree dismesse all’intorno del sistema portuale e in particolare per l’area ex Italcementi presentato dalle Università Roma Tre – Dip. Architettura e La Sapienza di Roma.

«È emerso che l’anno scorso, sul sito del comune, potrebbe essere stato presente un link per formulare osservazioni sul progetto di riqualificazione. Deve essere chiaramente sfuggito a tutti – hanno tuonato i grillini – perché altrimenti chi si oppose all’ormai tramontato progetto del Welcome center, che prevedeva tra le altre cose una parte commerciale accessibile solo ai croceristi come succede nei duty free dell’aeroporto, sarebbe sicuramente cascato dalla seggiola leggendo che tra le varie cose per la riqualificazione sono previsti 40.000 mq da dedicare ad attività commerciali di qualità, con spazi per la ristorazione e medie strutture di vendita che non entrino in competizione con il tessuto commerciale esistente. Sono anche previsti specifici spazi per la vendita e il consumo di prodotti alimentari sul modello della trasformazione di alcuni famosi centri per la vendita e il consumo di cibo, e cita come esempio il Mercado da Ribeira di Lisbona (3.500 mq con oltre 30 ristoranti, 15 esercizi commerciali e 10 bar per un totale di 500 posti a sedere all’interno e 250 nelle aree esterne), Mercado san Miguel di Madrid (2.000 mq, 33 negozi per vendita e degustazione), Mercato Testaccio, Roma (3.000 mq dedicati al commercio con 103 operatori e 2.000 mq di servizi pubblici). Il progetto approvato, nel caso non fosse già stato sufficientemente chiaro, precisa: “Si intende come piazza commerciale un insediamento (riconducibile alla tipologia del centro commerciale) di attività commerciali, artigianali, di servizio, ricreative e di svago, di ristorazione, ricettive etc”. In pratica il parco annunciato quando dissero che Italcementi sarebbe diventato il polmone verde della città, vedrà qualche giardinetto per collegare i vari centri commerciali che andranno a popolare Civitavecchia 2 che si sostituirà in tutto e per tutto – hanno concluso – al tessuto economico cittadino, mercato compreso».


Condividi

ULTIME NEWS