Pubblicato il

Polo museale: calendario fitto di appuntamenti

SANTA MARINELLA - Prenderà il via oggi il programma culturale del Polo Museale, in collaborazione con il Gruppo Archeologico del Territorio Cerite, approvato con una delibera dalla Giunta. Un ricco programma che prevede un ciclo di conferenze ...

Condividi

SANTA MARINELLA – Prenderà il via oggi il programma culturale del Polo Museale, in collaborazione con il Gruppo Archeologico del Territorio Cerite, approvato con una delibera dalla Giunta. Un ricco programma che prevede un ciclo di conferenze presso il Museo del Mare e della Navigazione, visite sul territorio, trekking archeologici-naturalistici, presentazione di libri e seminari e corsi di restauro. «Ripartono le attività divulgative del nostro museo, diretto da Flavio Enei che, in collaborazione con i volontari del Gatc, ha preparato degli appuntamenti rivolti al pubblico di appassionati di archeologia e a chi vuole avvicinarsi con curiosità al passato antico del nostro territorio, ricco di reperti e tesori che testimoniano la ricchezza del suo patrimonio storico e culturale – ha detto l’assessore alla Cultura Gino Vinaccia – Fino ad aprile sarà possibile assistere alle conferenze di esperti e archeologi. Inoltre il 15 marzo e il 19 aprile saranno presentati nella sala del Museo del Mare due libri: i racconti di Fabrizio Trainito e il romanzo di Simone Tarrone». «L’amministrazione – spiega il sindaco Tidei – continua l’opera di sostegno alle attività del polo museale e del gruppo dei volontari del Gatc, che non ci stancheremo mai di ringraziare per il prezioso contributo umano offerto per restituirci le importanti testimonianze archeologiche delle popolazioni che vissero nel nostro territorio. La comunità intera deve poter godere delle nuove scoperte e con il centro visite di Castrum Novum, saremo presto pronti ad accogliere visitatori e turisti». Dello stesso avviso la delegata al Patrimonio archeologico Paola Fratarcangeli: «Apriamo il nuovo anno con un programma sempre molto interessante. Con la primavera, ricominceranno le visite a Castrum Novum, che rappresenta un importante sito per lo sviluppo turistico culturale della nostra città. Invito la cittadinanza ad avvicinarsi alle proposte del nostro museo e ad apprezzarne il valore e la ricchezza del programma». Ad aprile verranno riaperti gli scavi della città romana di Castrum Novum. Da questa settimana, intanto, si potrà prendere parte al corso di introduzione al restauro, dove esperti volontari del Gatc terranno lezioni teoriche e pratiche di interventi conservativi per la sistemazione dei reperti di Castrum Novum.

©RIPRODUZIONE RISERVATA


Condividi

ULTIME NEWS